L’Italia supera i 10 milioni di contagi dall’inizio della pandemia. Un italiano su sei ha contratto il Covid. 77.696 nuovi casi e 352 morti nelle ultime 24 ore. Per la prima volta da ottobre calano gli attualmente positivi

Covid Coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono oltre 10 milioni gli italiani contagiati dal Covid dall’inizio della pandemia. Il dato è contenuto nel bollettino giornaliero del ministero della Salute (qui la mappa). Per l’esattezza sono 10.001.344 (compresi guariti e morti), un italiano su sei ha avuto a che fare con il Covid. Nelle ultime 24 ore sono 77.696 i nuovi casi e 352 i morti, mentre ieri erano state 227, per complessive 143.875 vittime dall’inizio dell’epidemia. 519.293 i tamponi processati con il tasso di positività che si attesta al 15%, stabile rispetto al 14,9% di ieri. Gli attualmente positivi sono 2.709.857, -25.049 rispetto a ieri, per la prima volta in calo da ottobre, 2.688.310 dei quali si trovano in isolamento domiciliare. I dimessi e i guariti sono 102.363 in più. Per quanto riguardano i ricoveri: aumentano le degenze ordinarie +235 (ieri +187), per un totale di 19.862 degenti. I malati in terapia intensiva sono 1.685, con nessuna variazione rispetto a ieri e 101 ingressi giornalieri (ieri 132).

Figliuolo: “L’87% con 2 dosi di vaccino in Italia”.

“Oggi come cicli primari siamo all’87,3 per cento circa. La Lombardia si è avvicinata quasi al 90 per cento di persone totalmente vaccinate. A livello nazionale siamo a oltre 47 milioni e 800mila persone” ha detto questa mattina il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo. “Abbiamo fatto una decina di giorni con punte da 700-720mila vaccinazioni giornaliere, e ovviamente la Lombardia ha fatto la sua parte assicurando mediamente 105-110mila vaccinazioni”. Figliuolo ha precisato che “se consideriamo anche prime dosi e guariti, siamo da almeno sei mesi a 49 milioni e mezzo su una platea di 54. Poi abbiamo i 3 milioni e 600 mila bambini, di cui siamo a 1 milione e 30 mila circa, che hanno avuto una dose”. Il Commissario ha sottolineato, infine, che “il ritmo è buono, ieri abbiamo fatto poco meno di 25mila. Stiamo andando tra i 25mila e i 30mila al giorno in questa categoria a livello nazionale, in cui la Lombardia si pone ai primissimi posti. E’ chiaro che la Lombardia è un bel motore”.