Italia Viva ma solo su Facebook. E a pagamento. Riparte la corsa di Renzi alle inserzioni, seguito in scia dal Capitano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Che Matteo Renzi sia uno stratega della comunicazione social, non è una novità. Ed ecco allora che, secondo i dati forniti da Facebook, è possibile ricostruire l’investimento fatto in inserzioni online nella settimana del 17-23 settembre, quella successiva alla fondazione di Italia Viva, il nuovo partito renziano. Prendendo in considerazione i principali partiti italiani, e i loro relativi leader, appare in maniera evidente la scelta strategica fatta da Renzi. Il politico, recentemente uscito dal Pd, è nel bel mezzo del lancio ufficiale del suo nuovo soggetto politico Italia viva.

Nella settimana successiva al lancio del partito la sua spesa ha superato i 4mila euro, come documentato da OpenPolis. Il tutto finanziato direttamente dai Comitati azione civile di Ritorno al futuro, l’associazione che Renzi ha utilizzato in questi mesi per raccogliere fondi e aggregare consenso. Curiosi anche i post che si è deciso di sponsorizzare: scorrendo l’elenco delle inserzioni si va dai post a sostegno di Emma Marrone, a quelli sulla politica internazionale. In totale tra il 17 e il 23 settembre i post sponsorizzati sono stati 17.

Ma Renzi non è l’unico. Giorgia Meloni è il secondo politico che ha speso di più, 231 euro, seguita da Giovanni Toti, con 174 euro. Eloquente il caso di Matteo Salvini: non sponsorizzava post da fine maggio, e ha ripreso proprio nelle ultime settimane con 2 inserzioni (per un totale di 100 euro): una contro il Governo Conte, attaccando la possibile tassa sulle merendine, e una sulle elezioni regionali in Umbria.