Il Pd non decolla nei sondaggi. E perde terreno se si allea con Ncd. Secondi i Cinque Stelle. Il ballottaggio è quasi assicurato con l’Italicum

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Attuale Italicum alla mano il ballottaggio per assicurarsi il premio maggioranza alla Camera sarebbe necessario. Stando agli ultimi sondaggi il Pd sarebbe il primo partito seguito dal Movimento 5 Stelle. Terza la Lega con il 15,5% e quarta Forza Italia con solo il 10%. Ecco spiegato perché Silvio Berlusconi sarebbe disposto a sostenere le riforme di Renzi in cambio di modifiche all’Italicum. L’obiettivo sarebbe quello di spostare il premio di maggioranza alla coalizione e non al primo partito. Gli ultimi dati emergono dal sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli per l’Ansa relativo alle intenzioni di voto degli italiani. Il sondaggio, realizzato il 31 agosto con metodologia mista CATI – CAWI, su un campione di 500 casi rappresentativo della popolazione italiana, evidenzia anche che il Pd scenderebbe dal 32 al 28% qualora decidesse di allearsi con il Nuovo centrodestra. Un’alleanza con Sel farebbe salire il Pd al 33%.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I 5S al bivio della loro storia

Come i capponi di Renzo, che se le davano di santa ragione mentre era già pronta la loro pentola, nei Cinque Stelle si menano come fabbri incuranti del barbecue che li attende, gentilmente offerto dalle élites finanziarie del Paese con i loro camerieri di destra

Continua »
TV E MEDIA