Jihadisti a casa nostra. Arrestato a Mestre un cittadino macedone che arruolava terroristi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un sospetto terrorista è stato fermato a Mestre. Si tratta di un cittadino macedone indagato per arruolamento con finalità di terrorismo anche internazionale. “Il monitoraggio del cittadino fermato ha consentito di verificare come lo stesso – spiega una nota dei Carabinieri – fosse dedito alla selezione ed al reclutamento, in territorio italiano, di aspiranti mujaheddin da sottoporre ad un imam bosniaco per le successive attività di radicalizzazione, arruolamento nell’organizzazione terroristica Is ed instradamento verso i teatri di guerra mediorientali”. Dall’indagine dei Ros emerge anche la partenza dall’Italia direzione Siria di tre cittadini macedoni e bosniaci. Due di loro sono morti nei combattimenti, uno è ancora al fianco delle truffe del Califfato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Magistrati o politici double face

Milano e l’Italia che conta si cuociono le mani per applaudirlo, con la supplica di restare (leggi l’articolo). Tra pochi minuti alla Scala va in scena il Macbeth, e Shakespeare è inarrivabile nel farci riflettere sul prezzo del potere. Mattarella ringrazia e a quanto se

Continua »
TV E MEDIA