Jp Morgan presa d’assalto dagli hacker

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Violati i conti correnti di più di 80 milioni di clienti di Jp Morgan. Gli hacker, nel mese di giugno. hanno messo le mani all’interno della più grande banca americana. Da Jp Morgan fanno sapere, però, che gli hacker non hanno rubato informazioni cruciali né dati relativi all’identità degli utenti. Sono 76 milioni i conti bancari individuali e 7 quelli di piccole imprese finiti sotto l’attacco. Aggredite le finanze dei due terzi delle famiglie americane. Restano sconosciuti gli hacker. Secondo gli investigatori l’attacco è partito “dall’Italia o dall’Europa Meridionale”.

Un attacco che ha compromesso 60 server e ora i vertici della banca hanno convocato per giovedì una riunione d’urgenza per esaminare i potenziali danni della debacle nella sicurezza informatica. Da Jp Morgan rassicurano che non sono stati sottratti soldi e informazioni finanziarie. Ma il cybercrimine torna a fare paura.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA