Al lupo al lupo. La cancelliera Merkel interviene all’Europarlamento ma c’è chi ulula. Battuta di Tajani: “Serve un veterinario in quest’aula forse?”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Serve un veterinario in quest’aula forse?”. Con questa battuta il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha interrotto gli ululati che si sono levati dai banchi dei gruppi euroscettici del Parlamento europeo di Strasburgo al termine dell’intervento di Angela Merkel. Il discorso della cancelliera tedesca è stato più volte interrotto da lunghi applausi di gran parte dell’emiciclo, ma anche contestato dagli ululati degli europarlamentari dei gruppi euroscettici. Poco prima lo stesso Tajani aveva interrotto le contestazioni chiedendo se ci “fossero dei lupi in aula”. La cancelliera tedesca ha parlato, nel suo intervento, ha parlato anche della situazione italiana, contestando la linea gialloverde: “L’Italia è un Paese fondatore dell’Ue e ha deciso con gli altri le regole”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA