La Cassazione annulla la condanna di Ignazio Marino. L’ex sindaco della Capitale era accusato di peculato e falso per gli scontrini delle cene di rappresentanza

Ignazio Marino era stato assolto in primo grado e condannato in appello

La Cassazione ha annullato senza rinvio la condanna a due anni di reclusione nei confronti dell’ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, “perché il fatto non sussiste”. Marino, assolto in primo grado e condannato in appello l’11 gennaio 2018, era accusato di peculato e falso per la vicenda degli scontrini delle cene di rappresentanza quando era sindaco della capitale. L’assoluzione era stata chiesta anche dal sostituto procuratore generale della Cassazione Mariella De Masellis.

La Cassazione annulla la condanna di Ignazio Marino. L’ex sindaco della Capitale era accusato di peculato e falso per gli scontrini delle cene di rappresentanza
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram