La Confsal al confronto col premier Conte e i ministri Catalfo e Gualtieri. Come affrontare la sfida per conciliare ripresa economica e sicurezza

dalla Redazione
Politica

Nel corso di un lungo e approfondito confronto, il segretario Generale della Confsal, Angelo Raffaele Margiotta (nella foto), ha discusso con il premier Giuseppe Conte e i ministri Roberto Gualtieri e Nunzia Catalfo le misure necessarie ad affrontare la grande sfida di conciliare la ripresa e la crescita economica con la sicurezza e la salute dei lavoratori. Nel prendere atto delle misure illustrate dal Governo, Margiotta ha posto sul tavolo del Governo un insieme di proposte riguardanti questioni fondamentali, tra cui: nuovo Protocollo di sicurezza anti-contagio, tenendo conto delle specificità di Sanità, Scuola, Funzioni Centrali e Funzioni Locali; obbligo di protocolli anche nei comparti dove operano i lavoratori in divisa (Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico); adozione nelle aziende private del Protocollo anti-contagio targato Confsal, unitamente al Progetto attuativo “Covid-Impresa Protetta”; regolamentazione e potenziamento dei trasporti pubblici; sostegno al reddito, soprattutto delle fasce sociali più bisognose; garanzia della cassa integrazione a tutti i lavoratori aventi diritto; interventi strutturali per la riduzione del costo del lavoro nei settori economici più deboli, a partire dalle piccole e medie aziende; misure per incentivare l’emersione dal lavoro in nero ed estendere le tutele ai lavoratori che oggi sono costretti a lavorare come irregolari. Al termine dell’incontro, il premier Conte ha espresso l’apprezzamento del Governo per le proposte illustrate dal segretario Margiotta e l’impegno a dare continuità al confronto istituzionale con la Confsal.