La Gallura va a ancora a fuoco: aerei e squadre di terra in azione da ieri. Oltre mille persone evacuate

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Gallura va ancora a fuoco. Dalle sei di questa mattina i mezzi aerei dell’antincendio hanno ripreso a volare sui luoghi colpiti dai roghi che per tutta la giornata di ieri hanno impegnato duramente uomini e mezzi della macchina regionale. Su Budoni stanno intervenendo il super Puma e un elicottero, tra Loculi e Irgoli un Canadair e un elicottero, mentre su Alà dei Sardi sono impegnati due Canadair e quattro elicotteri regionali, oltre alle squadre a terra. Il vasto incendio, che ha interessato le frazioni di Berruiles, Ludduì e Agrustos, ha portato all’evacuazione di oltre mille persone in gran parte turisti ospiti delle strutture ricettive. Sono stati evacuati gli hotel Costa Caddu e Miriaccheddu, a San Teodoro, un albergo a Budoni e decine di case vacanza. I turisti, con l’aiuto degli uomini della Protezione civile e dei Comuni di Budoni e San Teodoro, sono stati trasferiti in altre strutture ricettive della costa. L’incendio e’ ormai in fase di spegnimento

“La situazione nel pomeriggio di ieri era complessa ma siamo riusciti a mettere in salvo e a ristorare le persone i cui alloggi si trovavano vicino ai punti critici – ha detto all’Ansa il vicesindaco di Budoni Antonio Addis -. I residenti delle frazioni interessate dal fuoco si sono spostati molto velocemente da parenti e amici e hanno dato una mano per aiutare i vacanzieri che erano in difficolta’. Dopo l’evacuazione abbiamo aperto l’anfiteatro dove tutti arrivavano prima di essere smistati nelle nuove sistemazioni per la notte. Il peggio sembra passato anche se siamo sempre pronti all’emergenza. In questo momento – ha concluso Addis – stiamo verificando se ci sono focolai ancora accesi e si sta procedendo alle bonifiche”.