La grande bellezza si fa poesia. Nona edizione della maratona artistica nella Capitale. Un salotto nato per pochi che è diventato un classico

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ai tempi di Twitter la poesia è ancora viva? Un poeta può esprimersi anche in 140 caratteri? Per Ungaretti sarebbe stato facile, ma per i poeti odierni? Un concorso per sperimentare la poesia nei 140 caratteri di Twitter è solo una delle innovazioni che hanno contribuito al successo di Ritratti di Poesia, la rassegna promossa dalla Fondazione Roma e organizzata dalla Fondazione Roma-Arte-Musei con InventaEventi, a cura di Vincenzo Mascolo. In programma giovedì a Roma presso il Tempo di Adriano (ingresso gratuito).
Due le novità assolute presentate quest’anno: una «incursione» nella street art con Mauro Pallotta, in arte Maupal e un Poetry Slam, competizione di poesia orale e performativa, tappa ufficiale del campionato nazionale in cui sono gli spettatori a decretare il vincitore.

PROGRAMMA
Come ogni anno la rassegna proporrà un ampio parterre di esponenti di spicco della poesia italiana e internazionale. A partire dalle 9.30, la manifestazione si aprirà con l’appuntamento «Caro poeta».
Daniela Attanasio, Franco Buffoni, Maria Grazia Calandrone, Elio Pecora e Luigia Sorrentino incontreranno gli studenti dei licei romani. A seguire si svolgerà la proclamazione dei vincitori della seconda edizione del concorso Ritratti di poesia.140 con la consegna del premio nazionale e del premio europeo. Sarà quindi un mezzogiorno all’insegna del colore con la street art di Maupal, l’artista romano divenuto famoso per il «super pope», il murale dedicato a Papa Francesco, che Pallotta disegnò il 28 gennaio del 2014 sul muro di una casa di via Plauto a Roma, vicino a Borgo Pio. Il famoso murale, che ha fatto il giro del mondo, raffigura il Papa nelle sembianze di Superman.

VERSO IL DECENNIO
“La manifestazione – sottolinea Emmanuele Emanuele, Presidente Fondazione Roma – nata come un piccolo salotto rappresenta un punto di riferimento, a livello nazionale e internazionale, per il genere poetico e vanta la partecipazione di poeti noti, italiani e stranieri, accanto al talento di voci esordienti. Sono orgoglioso del percorso che è stato fatto in questi nove anni”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA