La Lega Nord inciampa sulle vittime di Tunisi: “Le persone che sono morte erano quelle che ci criticavano e ci chiamavano razzisti”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Mi dispiace per quelli che sono morti a Tunisi, ma erano quelli che ci criticavano, dicevano che eravamo razzisti: mi rendo conto che si tratta di un’affermazione forte”. La frase choc arriva da Gianna Gancia, capogruppo Lega Nord in Regione, durante la presentazione della manifestazione della Lega di sabato in piazza Solferino, dove ci saranno Matteo Salvini e Roberto Cota. Parole forti di cui la stessa Gancia, subito dopo averle pronunciate, si è resa conto e ha cercato di rimediare: “Mi sono espressa male, mi riferivo a chi ci criticava tra i politici. C’è tanta ipocrisia e retorica”.