La moda piange Franca Sozzani. Direttrice leggendaria di Vogue Italia, ha anticipato stili e tendenze

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Franca Sozzani è morta a Milano. La giornalista esperta di moda e leggendaria direttrice di Vogue Italia è scomparsa all’età di 66 anni dopo una lunga malattia. Lavorando fino alla fine e apparendo per l’ultima volta a Londra in occasione dei premi del British Fashion Council, che le ha tributato lo “Swarovski Awards for Positive Change” riconoscendole il lavoro instancabile per promuovere la diversità anche nella moda e per il suo coinvolgimento profondo in diverse cause benefiche.
Mantovana, classe 1950, ha portato la rivista Vogue Italia a diventare una delle voci più autorevoli del mondo della moda e della fotografia. Più che una semplice giornalista, una vera e propria guida creativa per gli esperti del settore. A darne l’annuncio ufficiale è stato Jonathan Newhouse, Chairman e Chief Executive della Condé Nast dove era arrivata rispondendo a un annuncio su un giornale. Ed è finita per cambiare addirittura il mondo della moda anticipando tendenze e avviando una piccola ma vera rivoluzione.
La carriera è comincioata da lontano, negli anni Settanta quando è entrata a Vogue Bambino. Nel 1980 diventa direttrice del femminile Lei e nel 1983 le viene affidata anche la direzione della versione maschile Nel 1988 il grande salto con l’approdo a Vogue Italia. Dove, non è un mistero, ha rischiato più volte dal direttore di Condé Nast International Jonathan Newhouse  per foto e messaggi ritenuti troppo forti. Ma che hanno fatto la storia della moda.