La Nato teme operazioni russe sotto falsa bandiera e l’uso di armi chimiche. Stoltenberg avverte: “Un attacco a un alleato riceverà una risposta da parte di tutti gli alleati”

Nato
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Ci sono 100.000 soldati americani sul territorio europeo e circa 40.000 truppe sotto controllo diretto della Nato a est Europa. Gli Stati Uniti stanno schierando truppe in Polonia e Germania e Olanda le stanno schierando in Slovacchia. Tutto questo ha un unico messaggio: un attacco a un alleato riceverà risposta da parte di tutti gli alleati”. È quanto ha detto il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in una conferenza stampa in previsione della riunione straordinaria dei Ministri della Difesa sulla crisi in Ucraina. Il vertice è previsto per il 24 marzo al quartier generale dell’Alleanza atlantica a Bruxelles.

Convocato un summit straordinario della Nato il 24 marzo al quartier generale a Bruxelles

“La Russia per mesi ha affermato di non invadere l’Ucraina – ha detto ancora Stoltenberg -, ma alla fine l’ha fatto, ha affermato di non mandare più truppe, ma alla fine le ha mandate. Hanno affermato di proteggere i civili, ma li stanno uccidendo. Adesso stanno facendo assurde dichiarazioni sui laboratori biologici in Ucraina, ma queste non sono altro che bugie. C’è il rischio che la Russia attui un’operazione sotto falsa bandiera per utilizzare le armi chimiche ma qualunque loro uso sarebbe una violazione della legge internazionale oltre che un gesto inaccettabile”.

“Il presidente americano Biden – ha aggiunto il numero uno dell’Alleanza atlantica – ha già messo in chiaro che la Russia pagherà gravi conseguenze nel caso ciò avvenisse, ma non posso dichiarare ora se ci sarà o meno una risposta militare della Nato”.

“Dobbiamo essere sicuri di proteggere gli alleati della Nato dalle armi nucleari, rafforzare la nostra difesa missilistica, investire sugli aerei militari, aumentare l’abilità di monitoraggio. Dobbiamo garantire che il deterrente nucleare della Nato rimanga efficace”, ha concluso Stoltenberg.

“Ho convocato un summit straordinario della Nato il 24 marzo al quartier generale a Bruxelles. Affronteremo l’invasione russa dell’Ucraina, il nostro forte sostegno all’Ucraina e l’ulteriore rafforzamento della deterrenza e della difesa della Nato. In questo momento critico, Nord America ed Europa devono continuare a stare insieme” ha poi scritto in un tweet il segretario generale della Nato confermando la data del summit.

Anche Biden sarà a Bruxelles. Parteciperà a una fase del Consiglio europeo

Sempre oggi si è appreso che il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, parteciperà a una fase del Consiglio europeo in programma sempre il 24 marzo a Bruxelles e non è dunque escluso che ci sarà anche un incontro con gli altri membri della Nato.