6. La mostra

La grande fotografia a Campobasso. Al via la mostra Icons di McCurry

Centoventi celebri scatti, più dieci inediti. Immagini di grande impatto emotivo che immortalano il talento e la profondità in ogni particolare, la poesia e la guerra insieme, gli sguardi di disperazione, le lacrime, i sorrisi dei bambini. Apre i battenti, a palazzo Gil a Campobasso, Icons, la mostra di Steve McCurry. Concepita dalla curatrice Biba Giacchetti come un concentrato di tutto il suo percorso di fotografo e umanista, la rassegna accompagna il visitatore ad ammirare da vicino un mondo complesso, in profonda trasformazione. Una retrospettiva che raccoglie l’insieme della vasta produzione di McCurry, a partire dai suoi viaggi in India fino all’Afghanistan di Sharbat Gula, la ragazza del campo profughi di Peshawar in Pakistan diventata un’icona assoluta della fotografia mondiale. Il taglio del nastro è stato affidato a Donato Toma, presidente del Molise, insieme all’assessore alla Cultura, Vincenzo Cotugno, alla presidente della Fondazione Molise Cultura, Antonella Presutti, promotrice della mostra, e alla stessa Giacchetti che, grazie anche a Francesco Niro, ha reso possibile un evento culturale di portata internazionale.

6 Simona Baldi e Magnolia Gashi

Manjola Gashy espone le sue foto. Il vero soggetto è la solidarietà

Le foto hanno invaso la nostra vita. I selfie imperversano. Tutti fotografano per ricordare momenti importanti, anzi unici, salvo poi, magari non riconoscerli, visto che risultano tutti uguali, o quasi. E poi ci sono i fotografi. E Manjola (Magnolia) Gashy è una fotografa brava e con occhio. Con le sue foto racconta il lato oscuro della femminilità. Niente apologia. Una visione dura, cruda, decisa, eppure anche leggera, sensuale, eterea. La sua è una fotografia che tocca da vicino chiunque voglia guardare il reale e se stesso, infatti mette a nudo l’essere umano e toglie un po’ di polvere al mondo.
Per la sua prima personale, inaugurata nella galleria Artesse Gallery presso gli spazi esclusivi di Bisilab in via di Ripetta 16 a Roma, sono arrivati molti appassionati e amici, come Amedeo Goria, estimatori del talento e della poetica di Manjola. Una volta vista l’esposizione, che resterà aperta al pubblico per tutto il mese di febbraio, è possibile acquistare oltre alle opere anche il catalogo della mostra con una selezione ancora più ampia di lavori dell’artista, che con il devoluto ha deciso di fare un gesto di dsolidarietà, donando il ricavato ai bambini meno fortunati.

L’omaggio di Roma a Pizzi Cannella. Ad applaudire anche De Gregori

C’era anche Francesco De Gregori all’Accademia Nazionale di San Luca, a Roma, per la presentazione del Catalogo di Piero Pizzi Cannella, che racconta della personale “Salon de Musique and Other Paintings” curata da Natalia Demina e Danilo Eccher presso l’Hermitage State Museum di S. Pietroburgo nel 2017. Alla presentazione del volume oltre all’artista sono intervenuti il presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca, Gianni Dessì e  il Segretario generale della stessa istituzione, Francesco Moschini, Eccher, l’editore de “Il Cigno GG Edizioni”, Lorenzo Zichichi e numerosi appassionati ed esperti d’arte.

Di giorno la toga, la sera scrittori. Tutti al salotto letterario IusArteLibri

Prosegue con una partecipazione sempre maggiore il ciclo di eventi di IusArteLibri, promossi dall’avvocato Antonella Sotira, presidente dell’Associazione Culturale IUSgustando. I seguitissimi salotti letterari giuridici sono iniziati a novembre con la presentazione del romanzo del magistrato Angelo Martinelli “Quanto me ne vuoi tu” (Bastogi Editore). A dicembre è stato presentato il romanzo “Blue Christmas” dell’avv. Raffaella Bonsignori (Editore Bibliotheka). Grande successo di pubblico ha avuto il diario di bordo del magistrato Michele Leoni, Presidente della Corte di Assise di Bologna, “Quale Giustizia?” (Editore Giappichelli). Ai prestigiosi relatori del mondo giuridico quali il Procuratore Aggiunto di Roma, Antonello Racanelli, il Presidente della Camera Penale di Roma Avv. Cesare Placanica, il Presidente del Conservatorio di Napoli Prof. Avv. Antonio Palma, nel salotto del 14 gennaio, è seguita l’originale esibizione della cantastorie Francesca Prestia.
Con la ballata calabrese “I figli di Aschenaz” si è anticipato il tema del salotto che si è riunito ancora una volta ieri sera, nella Sala Aurelia del Crowne Plaza St. Peter’s di Roma: “Il diritto alla Memoria: omaggio alla Giornata Mondiale della Shoah”. Sulle note struggenti di un violino gli avvocati Anna Sistopaoli, Cesare Gai e Massimiliano Bonifazi hanno presentato il quarto romanzo in concorso: “Negli Occhi di mia Madre” di Titti Federico, con la gradita presenza della Presidente della Comunità Ebraica Romana Ruth Dureghello.

Nel mondo c’è bisogno di poesia. E il premio Laurentum ce lo ricorda

La brillante conduzione della giornalista di Sky Tg 24 Olivia Tassara ha accompagnato la cerimonia di consegna del Premio Laurentum, la storica rassegna dedicata alla poesia, arrivata alla sua trentaduesima edizione. Nella Sala della Lupa della Camera dei deputati il presidente della giuria, Gianni Letta, ha consegnato i riconoscimenti più prestigiosi attribuiti insieme ad Angelo Bucarelli, Corrado Calabrò, Maurizio Cucchi, Luca di Bartolomeo, Simona Izzo, Paolo Lagazzi, Davide Rondoni e Roberto Sergio. Un premio Speciale è andato alla senatrice Liliana Segre, sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, in virtù del suo impegno come testimone del valore della memoria e della libertà.
Il premio “I Valori della Cultura 2018” è andato aI prof. Vincenzo Scotti, volto storico del mondo della politica e delle Istituzioni, oltre che animatore della Fondazione Link Campus University. Il Premio Speciale Laurentum 2018 è stato assegnato a Marco Buticchi per aver onorato la narrativa italiana nel mondo con i suoi avvincenti romanzi di avventura. Quest’anno ricorrono due bicentenari importanti per la poesia e quindi per la cultura mondiale. Nel 1819 John Keats, il poeta inglese vissuto e sepolto a Roma, pubblica l’Ode all’urna greca. E a Recanati Giacomo Leopardi scrive “L’infinito”. In un anno così importante il premio Laurentum si è dunque colorato di una speciale gioia e commozione.

2 la premiazione

Ancora un gol per Pietro Pasquetti. Gli amici ricordano l’ex giornalista Rai

Bruno Giordano illumina e segna ancora nel memorial “gli amici di Pietro” la partita per Pasquetti, il vicedirettore della TGR Lazio giocata al circolo due ponti nel campo Andrea Pesciarelli. Da una parte Sebastiano Somma con in panchina Giancarlo Oddi e dall’altra proprio Giordano con in panchina Pino Wilson. Sugli spalti Delio Rossi e tanti amici come Renato Miele, Michelangelo Sulfaro, Pino Capua, Tony Malco, Giancarlo Governi. Poi Stefano Orsini, Fidel Mbanga Bauna, Paolo di Giannantonio, Raffaele Genah, Giacomo Crosa, Guido De Angelis, Alberto Mandolesi, giornalisti al fianco di Pasquetti per tanti anni. Alla moglie Isa e al figlio Giovanni una coppa consegnata dai fratelli Tornaboni, padroni di casa.

Roma di Cuarón al Tevere Remo. Tutto esaurito per cinema e buffet

Grande Cinema al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo di Roma, presso la sede Isa dell’Acqua Acetosa, dove è stato proiettato sul maxschermo il film Roma, scritto e diretto da Alfonso Cuarón, vincitore del Leone d’oro alla 75esima Mostra cinematografica di Venezia. Tra i molti i soci e ospiti presenti alla proiezione l’ex presidente delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna con la moglie Ilana, il giurista e  giudice della Corte costituzionale Giulio Prosperetti, il segretario nazionale dell’Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) Primo Mastrantoni, Silvia Costa con il compagno Carlo Felicioni, gli attori Daniela Poggi  e Francesco Andolfi, il regista Ciro Formisano, la scultrice Immacolata Datti, Laura Sessa Micocci col marito notaio Gianni Sessa, Lorena Cassini, Silvia Miraglia e il chirurgo Nando  Carotenuto, i giornalisti Francesco Marchioni, Paola Pisa e Daniela Schizzano, l’architetto Pietro Ayala, l’avv. Gianfranco D’Ascia, Angela Occhigrossi, Pino Tedeschi, Claudio Bauml, i notai Giovanni Todd e Luigi Galloro, il prof. Francesco Angelico, Massimiliano Quintieri, Oriana Bartolomucci con Isabella Cesaritti, Massimo Palle e Celso Caferri. Dopo aver visto il film i soci e gli ospiti si sono spostati nei saloni del ristorante del circolo gestito da  Andrea e Michele per un’ottima cena a buffet. Ad animare e moderare la serata il socio giornalista Claudio Pavoni con Giovanni Salvini e Orazio Cappelli, direttore e condirettore della sede Isa.

Super party per Alessandro Stocchi. Coccolato dalla sua Nadia Bengala

Tanti gli amici a festeggiare i 50 anni dell’imprenditore del pane Alessandro Stocchi fidanzato della bellissima ex Miss Italia Nadia Bengala. Il Birthday party si è svolto nel locale romano di tendenza Toy Room, format di successo già a Parigi, Miami e Los Angeles. Tra gli amici ospiti presenti: gli attori Alex Partexano, Beppe Convertini, Enio Drovandi, Graziano Scarabicchi, Lucia Stara, Max Parodi, Maria Monsè, Roselyne Miralachi, il produttore Fabrizio Perrone, Paolo Pazzaglia, il regista Christian Marazziti, Simona Trombetta con il marito Carlo Stocchi, il prefetto Fulvio Rocco, l’on. Gilberto Casciani, l’immobiliarista Paola Pisani, Bianca Maria Caringi Lucibelli, Elisabetta Viaggi, Livio Faletta, Fabrizio Motturno, Alessandra Cartanese e  tanti altri. La Bengala ha appena terminato di lavorare in teatro con la commedia “La famiglia nel pallone”, un testo contemporaneo molto divertente in cui la protagonista si destreggia con la routine dei problemi familiari. Una bellissima torta a suggellare il party con champagne e tanto divertimento fino a tarda ora con gli amici e la famiglia.

Grande successo per Carlo Buccirosso alla Sala Umberto di Roma. E non è un “Colpo di scena”

Grande successo per la prima di Carlo Buccirosso nel nuovo spettacolo “Colpo di scena” alla Sala Umberto di Roma che ha regalato molti sorrisi ma anche tanti colpi di scena. La commedia/thriller sarà in scena fino al 3 febbraio e sta registrando il tutto esaurito. Tanti i colleghi napoletani e non che hanno poi festeggiato fino a tarda notte in un ristorante In Prati. Tra gli ospiti ad applaudire questa straordinaria compagnia: Giorgio Marchesi, Lina  Sastri, Giorgio Borghetti, Francesco Patierno, Marco Guadagno,  Federica Di Stefano, Nadia Bengala, Rita Pivano, Serena Iansiti, Elena Galifi, Samanta Salucci ed Ettore Spagnuolo. Lo spettacolo è scritto e diretto magistralmente dallo stesso Buccirosso sul palco con Gino Monteleone, Gennaro Silvestro, Peppe Miale, Monica Assante di Tatisso, Elvira Zingone, Giordano Bassetti, Fiorella Zullo, Matteo Tugnoli e Roberta Gesuè; le scene sono di Gilda Cerullo e Renato Lori, le  musiche di Paolo Petrella, i costumi di Zaira de Vincentiis, disegno luci di Francesco Adinolfi, consulenza speciale Luciano Nigro,  aiuto regia Martina Parisi, coordinatore effetti speciali Simone Petrella, foto di scena Gilda Valenza e la produzione dell’Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro, produzione esecutiva A.G. spettacoli.

La Baronessa Maria Lucia Soares con gli artisti

Tele e sculture da tutto il mondo. A Spoleto è già tempo di Art festival con la mostra d’arte contemporanea

Grande successo della Mostra d’Arte contemporanea all’Auditorium della Stella, nel contesto dello Spoleto Art Festival 2018 organizzato da Luca Filipponi. In vetrina gli Artisti internazionali chiamati dalla baronessa Maria Lucia Soares, presidente dell’Associazione “Amici Il Dono dell’Umanità” e pittrice famosa per la sua esclusiva tecnica pittorica su tela di alcantara.

La manifestazione ha visto l’allestimento di diverse esposizioni personali all’interno dell’ex chiesa dei Santi Stefano e Tommaso, dedicata poi a Santa Maria della Stella, recentemente adibita ad Auditorium, tra le più belle testimonianze cittadine di architettura neoclassica del tardo Settecento.

Il Maestro dell’Accademia delle Belle Arti di Venezia Fabio Palma ha curato con dovizia e raffinatezza l’allestimento scenografico, rendendo suggestiva e poetica la visione delle opere, e incanalando lo sguardo dei numerosi visitatori, che facevano ingresso nell’ex Basilica, verso il presbiterio e la preziosa abside curvilinea. Gli Artisti del gruppo della baronessa Soares presenti con soggetti pittorici, scultorei, fotografici e letterari, sono arrivati da varie parti del mondo.

Tra loro: Armandi, Giuliana Baldoni, Antonio Barbuto, Miriam Bellon, Roberto Benetton, Nino Camardo, Adriano Cipolletti, Francesco Dado, Isabella Ditaranto, Alessandro Ficola, Antonella Fiscarelli, Massimo Fuscone, Susanna Giannoni, Tiziana Gualandi, Davide Guzzi, Marina Hostacna, Beto Kelner, Katy Laudicina, Vittorio Lo Cicero, Laura Mattioli e molti altri.

Gilberto Casciani con la moglie e la figlia

Musica e spettacolo per l’onorevole Casciani al Castello Miramare di Maccarese

La suggestione del mare d’inverno ha fatto da sfondo al compleanno dell’onorevole Gilberto Casciani, nel suggestivo Castello Miramare di Maccarese. Sulla torta una storica frase di Papa Giovanni Paolo II: “Daje, Damose da fa”, che sintetizza lo spirito del festeggiato. Con questi ingredienti, la serata non poteva che essere coinvolgente, anche grazie agli interventi degli amici conduttori Angelo Martini e Paola Zanoni, e dell’eclettica attrice Antonella Ponziani, ultima musa di Federico Fellini nel film l’intervista. Gilberto con grande emozione ha ringraziato prima di tutti la sua famiglia e l’impeccabile organizzatore della serata, suo figlio Alessandro Maria insieme alla fidanzata Denisa. Intanto alla console il maestro Roberto Porpurini, storico  amico di Gilberto, dava il via alla musica, con l’esibizione dell’attrice, cantante e ballerina Elena Presti, che ha coinvolto tutti gli ospiti, tra cui Elisabetta Viaggi, finalista a Miss Italia 1985, dove si aggiudicò il titolo di Miss Modella Domani ed in seguito Miss Coraggio, coniato appositamente per lei; la modella Venezuelana Jollie Mercanti, la cantante napoletana Rita Rondinella, la cantante lirica Sara Pastore, la giornalista Francesca della Valle (compagna di Lando Bunzanca), il famoso truccatore delle dive come Patty Pravo e molte altre Antonio Quattromani, il luminare Mauro Ruffini, l’immobiliarista Paola Pisani con gli amici Paolo Botti e Natalino Candido.

Violinisti, soprani e tante superstar. Che musica alla festa di Mainolfi

Maestri di musica, cantautori, cabarettisti, attori, soprani e violinisti hanno omaggiato l’amico Ugo Mainolfi regalandogli grandi e esibizioni artistiche per festeggiare il suo compleanno. Nei saloni del ristorante Cecilia Metella sull’Appia Antica a Roma, erano diversi i vip venuti a brindare con il  consulente dell’isola del cinema di Roma e consigliere dell’Accademia Aerec. Tra loro il cantautore Toni Santagata, il maestro Gianni Mazza, l’attore comico e cantante Mario Zamma, il soprano Sara Pastore, il maestro violinista internazionale Tonin Xhanxhafili, l’attrice Adriana Russo, Hilary MostertAnna Toffoli, Elena Silvestri e Federica Pansidoro. Dopo la cena, la torta e il brindisi, gli ospiti si sono scatenati ballando con la  musica dal vivo dell’avvocato Roberto Croce e dei grandi artisti che si sono alternati cantando per Ugo e con Ugo.

Siamo ancora un popolo di poeti. E a Roma si premia la grande poesia

Proclamati i vincitori dei due premi Laurentum 2018 per la poesia e Dante Alighieri, giunto quest’ultimo alla VIII edizione. il Presidente del Centro Culturale Laurentum, Giovanni Tarquini e il Presidente della Giuria del Premio Dante Alighieri, Davide Rondoni, hanno proclamato i vincitori nella Sala Stampa della Camera dei Deputati.

La Giuria del Premio Laurentum, storica rassegna di poesia, presieduta da Gianni Letta e composta da Angelo Bucarelli, Corrado Calabrò, Maurizio Cucchi, Luca di Bartolomeo, Simona Izzo, Raffaele La Capria, Paolo Lagazzi, Davide Rondoni e Roberto Sergio e giunta quest’anno alla sua trentaduesima edizione, ha deciso di assegnare il Premio Speciale 2018 alla Senatrice Liliana Segre, sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, in virtù del suo impegno come testimone del valore della memoria e della libertà.

“La senatrice Segre – ha commentato Roberto Sergio, direttore del Premio Laurentum – ha dedicato la propria vita a trasmettere la memoria della Shoah alle generazioni contemporanee e future. Ha raccontato, con coraggio e lucidità, l’orrore quotidiano di quei campi, le vite e i sogni spezzati di migliaia di uomini, donne e bambini”. Il Centro Culturale Laurentum ha inoltre assegnato il Premio “I Valori della Cultura 2018” aI Prof. Vincenzo Scotti, volto storico del mondo della politica e delle Istituzioni.

“In questo caso – ha aggiunto Sergio – abbiamo inteso dare un riconoscimento all’enorme impegno profuso dal professor Scotti a favore della diffusione della cultura, in particolare di quella accademica, attraverso la Fondazione Link Campus University”. Il Premio Speciale Laurentum  è stato assegnato a Marco Buticchi per aver onorato la narrativa italiana nel mondo con i suoi avvincenti romanzi di avventura, bestseller famosi per le accurate ricostruzioni storiche, al punto da essere entrati di diritto nella narrativa storica. “Buticchi – ha detto Tarquini – è l’unico italiano che riesce a insidiare lo strapotere anglosassone nel settore del romanzo grazie alle sue storie che intrecciano all’avventura leggende, spionaggio, misteri archeologici e tecnologie fantascientifiche.

Di Bartolomeo, invece, è stato premiato per il suo primo libro definito da Tarquini “di lingua fervida e desideroso di una cultura letteraria fresca e viva, come nella migliore tradizione napoletana”. Premio Laurentum poesia infine per Elio Pecora, poeta di finissima tempra, fedele alla lezione romana e latina di Sandro Penna, e premio Dante a Umberto Piersanti “autore di voce originale e tra le meglio riconosciute nella nostra poesia – ha commentato Rondoni – definendo capace di unire come pochi epica e lirica.

Estetica e santità a casa Apuzzo. Michelini mostra il film su Wojtyla

Serata  d’emozioni nella scenografica villa all’Eur del prof. Dario Apuzzo, noto medico fisiatra, molto richiesto nell’ambiente dello spettacolo, anche per la Riabilitazione Estetica, di cui è l’ideatore. L’occasione è stata la proiezione del docufilm sulla vita di San Giovanni Paolo II, Carol Wojtyla, con la presenza di chi lo ha diretto, l’On. Alberto Michelini, che ha affascinato la platea presentando il suo lavoro con passione e raccontando aneddoti della vita del Santo Padre, a cui era molto legato. Non sono mancati momenti di commozione, che la narrazione della vita di questo grande uomo, ora Santo Giovanni Paolo II, ha suscitato.

Tra gli altri ospiti, i conduttori Rai Paola Ferrari ed Amedeo Goria, il caporedattore del TGcom24 Antonio Pascotto, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma Francesco Gargaro, il produttore cinematografico Giuseppe Lepore, il ginecologo Pino Fumo ed Emiliano Paolini della Fondazione Roma. Dopo la proiezione il prof. Apuzzo e la sua signora hanno deliziato i presenti con l’ottimo catering Vanni ed affrontando temi scientifici, politici e mondani. Si è parlato anche della prossima uscita del libro del prof. Apuzzo, edito dalla Rizzoli, dal titolo “La forma perfetta”, che ha suscitato grande curiosità ed entusiasmo in tutti i presenti.