La Protezione civile avvia un nuovo reclutamento di medici. In 200 opereranno a supporto delle strutture sanitarie regionali

dalla Redazione
Cronaca
CORONAVIRUS MEDICI

Il Dipartimento della Protezione civile, in merito all’emergenza Coronavirus, fa sapere che sono aperte le procedure “per l’individuazione di 200 medici abilitati all’esercizio della professione, compresi medici specializzati nelle seguenti discipline: Anestesia e Rianimazione, Malattie Infettive, Malattie dell’Apparato Respiratorio, Medicina e Chirurgia d’Accettazione e Urgenza”.

“È consentita – riferisce ancora il Dpc – la partecipazione a cittadini di Paesi dell’Unione Europea e a cittadini di Paesi non appartenenti all’Unione Europea purché in possesso di permesso di soggiorno, in corso di validità, che abbiano avuto il riconoscimento del proprio titolo, ovvero che siano in possesso di certificato di iscrizione all’albo professionale del Paese di provenienza. Sarà possibile partecipare alla selezione compilando il form, già disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile, fino alle 20 del 23 novembre.

“Alla manifestazione di interesse – precisa la Protezione civile – non possono partecipare i dipendenti pubblici e privati operanti nel settore sanitario e socio-sanitario in ambito nazionale, al fine di non pregiudicare i livelli di servizio attuali. Possono partecipare professionisti in quiescenza in possesso di idoneità psicofisica specifica allo svolgimento delle attività richieste. Le 200 unità di personale medico opereranno a supporto delle strutture sanitarie regionali per l’attuazione delle misure necessarie al contenimento e contrasto dell’emergenza COVID-19”.