La Raggi ammette di aver fatto degli errori. Ma la sindaca di Roma si fa forte dell’appoggio di Grillo e tanto per cambiare accusa la stampa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ammissione di aver commesso degli errori. Ma anche la volontà di andare avanti. Respingendo le accuse sul caso-polizza che ha riportato sotto pressione il Campidoglio. Con il solito capro espiatorio: la stampa. La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha ribadito la propria linea in un’intervista al Corriere della Sera. “Non tutto è andato come volevamo. Ma oggi possiamo dire di aver posto riparo a errori fatti in principio e di aver inaugurato una nuova fase, con una squadra meravigliosa di assessori e consiglieri che sta facendo un lavoro straordinario”, ha affermato la prima cittadina della Capitale.

La Raggi non ha celato poi la soddisfazione per il sostegno di Beppe Grillo che “è un ulteriore stimolo ad andare avanti con sempre più forza e più determinazione”. La sindaca rivendica anche “rapporti ottimi” con Davide Casaleggio. “Abbiamo tutti lo stesso obiettivo: lavorare per il bene dei romani e migliorare le condizioni di questa città meravigliosa che amiamo tutti”, ha evidenziato. Inevitabile l’attacco a testa bassa ai giornali: “I media hanno provato a indebolirmi, raccontando menzogne su menzogne al solo scopo di infangarmi. Hanno accostato il mio nome ad alcune ipotesi di reato, come quella sulla polizza assicurativa, che poi si sono rivelate totalmente infondate. Frutto di fantasie giornalistiche”.

Il ragionamento sulla prima fase di amministrazione ha ricalcato quanto già detto nell’intervista a Bersaglio Mobile con Enrico Mentana: “Un inizio così avrebbe sfiancato chiunque. Ma noi non ci fermiamo, perché abbiamo un grande progetto per la città”. E ha promesso di “cambiare Roma”, così come annunciato in campagna elettorale.