La Raggi batte un colpo. Chiesta la legittimità sugli atti adottati da Marra. Oggi l’interrogatorio del dirigente arrestato e del palazzinaro Scarpellini

dalla Redazione
Cronaca

La situazione dalle parti del Campidoglio si fa sempre più rovente. E allora la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha deciso di battere un colpo e di passare all’attacco chiedendo una verifica interna sulla legittimità degli atti adottati da Raffaele Marra, il dirigente arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di corruzione.

L’azione della sindaca è arrivata proprio nel giorno in cui sono previsti gli interrogatori di garanzia nel carcere di Regina Coeli per l’imprenditore Sergio Scarpellini e per l’ex capo del personale del Comune di Roma Marra. Il primo ad essere ascoltato dal gip Maria Paola Tomaselli sarà Scarpellini. Entrando nel carcere l’avvocato Massimo Krogh, uno dei suoi difensori, ha affermato: “Il mio cliente è sotto choc per quanto avvenuto. Sta vivendo questa vicenda come un diluvio che si è abbattuto su di lui e pensa di non meritarlo. Oggi siamo qui per chiarire”.