La Raggi spegne i roghi tossici. Incendi in calo del 30% nella Capitale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Mentre tanti chiacchierano affermando che la Capitale peggiora di giorno in giorno, la sindaca Virginia Raggi smentisce tutti con fatti e risultati. L’ultima novità riguarda il contrasto all’annoso problema dei roghi tossici che affligge i residenti di diversi quartieri della città e per il quale, spiega la prima cittadina grillina, “stiamo portando avanti azioni di contrasto con determinazione e con risultati che migliorano la qualità della vita di tantissime persone” tanto che “il fenomeno sta diminuendo e in alcuni campi rom si è quasi del tutto azzerato’’.

Dati alla mano, non si può dar torto alla grillina in quanto “tra gennaio e ottobre di quest’anno, nei campi rom si sono verificati 122 episodi di incendi” mentre “nello stesso periodo dello scorso anno erano stati 183. Abbiamo quindi assicurato un abbattimento del fenomeno di oltre il 30% nell’arco di 12 mesi”.

Si tratta, conclude la Raggi, di “un notevole miglioramento prodotto grazie all’attenta sorveglianza del territorio e al controllo costante sui veicoli in entrata e in uscita dagli insediamenti” con “le verifiche della Polizia Locale di Roma Capitale”, bollate da tanti come inutili trovate elettorali, “che hanno consentito di controllare quasi 18mila veicoli durante quest’anno”.