La roulette non gira più al Casinò di Campione d’Italia. Il Tribunale ha dichiarato il fallimento della casa da gioco

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Stop alle puntete al Casinò di Campione d’Italia. Il Tribunale di Como ne ha dichiarato il fallimento e la casa da gioco è stata già affidata a tre curatori fallimentari.

La decisione è arrivata dopo che la bocciatura del commissario ad acta del piano di risanamento presentato dal Comune e dalla casa da gioco. Respinta anche la richiesta, presentata nei giorni scorsi, dall’amministratore unico del casinò Marco Ambrosini.

La richiesta di fallimento era stata presentata dalla Procura di Como dopo che il Casinò non era stato più in grado di versare le quote dovute al Comune di Campione, socio unico, provocando il dissesto finanziario dell’ente pubblico.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA