La Scuola mette in difficoltà il Governo. Commissione spaccata sul parere di costituzionalità: 10 contrari e 10 a favore. Determinante il no di Mario Mauro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Inciampa in Commissione il Governo che viene battuto sul parere di costituzionalità alla riforma della scuola. Determinante il voto contrario di Mario Mauro, senatore di Gal che ha detto addio alla maggioranza nei giorni scorsi.  “Da un punto di vista costituzionale la riforma della buona scuola è scritta male – osserva Mauro – pertanto fermiamoci e riscriviamola meglio”. Sono stati 10 i voti contrari e 10 quelli favore del parere in commissione Affari Costituzionali del Senato.  Il presidente Anna Finocchiaro avrebbe votato “si”.  Ma per prassi i presidenti di commissione di solito non votano. Mentre i senatori di Ncd non sarebbero stati presenti al momento del voto.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA