La sicurezza costa. L’appello del capo della Polizia Gabrielli al Governo: “Immorale che gli straordinari vengano pagati 4 euro l’ora. Pretendiamo che sia aperto il tavolo per il nuovo contratto”

dalla Redazione
Politica
FRANCO GABRIELLI

“Gli straordinari nelle cifre che vengono riconosciute oggi non sono più attuali: è immorale che vengano percepiti a due anni di distanza da quando vengono fatti ed è immorale che vengano pagati 4 euro l’ora. Poi vediamo anche come e quando sono fatti, ma questo è un altro discorso”. E’ quanto ha detto il capo della polizia, Franco Gabrielli, intervenendo al convegno organizzato dal sindacato Silp-Cgil.

“I cittadini – ha detto ancora Gabrielli – vogliono vedere la polizia al di fuori delle fasce 8-14 e 17-20, vogliono vederla la sera, di notte, nei giorni di festa ma tutto questo va remunerato. Chi vive una condizione di disagio va retribuito il giusto. Pretendiamo che sia aperto il tavolo per il nuovo contratto di lavoro e l’apertura di una autonoma area negoziale ma al di là della salvaguardia di uno stipendio dignitoso per tutti, precondizione e cifra distintiva di un vero Stato, particolare attenzione va data agli accessori”.

“Esiste una percezione indubbia di insicurezza nei cittadini – ha aggiunto il capo della Polizia – e chi ha certe responsabilità deve intercettare le paure e i bisogni della gente: la lotta alla grande criminalità resta il nostro impegno primario ma esiste una criminalità diffusa, una condizione di insicurezza su cui grava la perdita del controllo del territorio che è fatta di investigazione e di presenza fisica. La sicurezza costa”.