La tagliola fa a fette il Senato

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

La maggioranza ha deciso di ricorrere alla tagliola per accelerare l’approvazione delle riforme, finite ormai nella palude. Una decisione che ha scatenato una vera e propria sommossa a Palazzo Madama. Un centinaio di parlamentari di M5S, Sel, Lega e gruppo misto di Camera e Senato si sono riuniti nei pressi del Senato per andare in Corteo sotto al Quirinale per chiedere di essere ricevuti dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano e protestare sulla “tagliola” decisa dalla maggioranza in merito al dibattito sulle riforme. Flash delle macchine fotografiche, cellulari alzati per riprendere con i video, sorrisi e tanta curiosità tra la folla di gente comune e turisti che il corteo di parlamentari delle opposizioni stanno incontrando lungo il tragitto che dal Senato, passando per il Pantheon e da alcune strade del centro-storico di Roma, porta fino al Quirinale.

Gianmarco Centinaio (Lega Nord), Vito Petrocelli (M5S), Loredana De Petris (per Sel e il Gruppo Misto) sono stati ricevuti da Napolitano.