La terra torna a tremare. Terremoto di magnitudo 3.2 ad appena 6 km di profondità in provincia di Vibo Valentia

dalla Redazione
Cronaca

La terra torna a tremare e questa volta lo fa in Calabria, una delle Regioni a più alto rischio sismico. Siamo in provincia di Vibo Valentia: qui in mattinata è stata avvertita una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 ad appena 6.2 chilometri di profondità.

L’epicentro della scossa è stato rilevato dai sismografi dell’INGV tra Mileto e Ionadi. A Mileto le scuole sono state immediatamente evacuate. Grande paura ma fortunatamente al momento non si registrano danni. In pochi minuti, dopo la scossa, il servizio INGV Hai Sentito il Terremoto ha ricevuto oltre 25 segnalazioni, di cui 11 da Vibo Valentia e 2 da San Gregorio d’Ippona, il borgo più vicino all’epicentro.

La scossa è stata così distintamente avvertita dalla popolazione nelle zone più vicine all’epicentro proprio per la superficialità dell’ipocentro: così le onde sismiche si sono rapidamente propagate in superficie.

Bisogna peraltro ricordare che quella di stamattina è l’ennesima scossa di terremoto che in questi giorni di Settembre interessa la Calabria: il pomeriggio del 18 settembre un’altra scossa di magnitudo 3.4 in Sila aveva fatto tremare gran parte della Regione, da Cosenza a Catanzaro.