L’Assemblea capitolina ha chiuso la partita delle Commissioni. Scelti i presidenti delle 12 Commissioni permanenti e di quelle per le Pari opportunità e di Roma Capitale, Statuto e Innovazione tecnologica

Scelti i presidenti delle 12 Commissioni permanenti e di quelle per le Pari opportunità e di Roma Capitale, Statuto e Innovazione tecnologica

Dopo giorni di indiscrezioni, l’Assemblea capitolina ha chiuso la partita delle commissioni che da oggi sono pianamente operative. Nella giornata odierna i consiglieri di Roma, nell’Aula Giulio Cesare, hanno votato i presidenti e i vicepresidenti delle dodici commissioni permanenti più le commissioni Pari opportunità e Roma Capitale, Statuto e Innovazione tecnologica. Complessivamente le commissione a guida dem sono 11. Saranno decise nei prossimi mesi, invece, le nomine per le Commissioni speciali su Giubileo 2025 e per la candidatura ad Expo 2030, la cui presidenza sarà in carico alle opposizioni.

CAMPIDOGLIO

ECCO I NOMI SCELTI

Alla Commissione Bilancio, la presidenza va a Giulia Tempesta (Pd); ai Lavori pubblici finisce Antonio Stampete (Pd); alla Mobilità la presidenza va a Giovanni Zannola (Pd); a quella Ambiente scelto Giammarco Palmieri (Pd) ; al Sociale Nella Converti (Pd); alla Cultura Erica Battaglia (Pd), al Patrimonio Yuri Trombetti (Pd), all’Urbanistica Tommaso Amodeo (Lista Civica Gualtieri Sindaco) e al Commercio Andrea Alemanni (Pd); allo Sport Nando Bonessio (Verdi); alla Scuola Carla Fermariello (Pd); al Turismo Mariano Angelucci (Pd), alle Pari Opportunità Michela Cicculli (Sinistra Civica ed Ecologista); alla commissione Roma Capitale Riccardo Corbucci (Pd).

Pubblicato il - Aggiornato il alle 16:11
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram