L’Assemblea capitolina ha chiuso la partita delle Commissioni. Scelti i presidenti delle 12 Commissioni permanenti e di quelle per le Pari opportunità e di Roma Capitale, Statuto e Innovazione tecnologica

CAMPIDOGLIO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo giorni di indiscrezioni, l’Assemblea capitolina ha chiuso la partita delle commissioni che da oggi sono pianamente operative. Nella giornata odierna i consiglieri di Roma, nell’Aula Giulio Cesare, hanno votato i presidenti e i vicepresidenti delle dodici commissioni permanenti più le commissioni Pari opportunità e Roma Capitale, Statuto e Innovazione tecnologica. Complessivamente le commissione a guida dem sono 11. Saranno decise nei prossimi mesi, invece, le nomine per le Commissioni speciali su Giubileo 2025 e per la candidatura ad Expo 2030, la cui presidenza sarà in carico alle opposizioni.

ECCO I NOMI SCELTI

Alla Commissione Bilancio, la presidenza va a Giulia Tempesta (Pd); ai Lavori pubblici finisce Antonio Stampete (Pd); alla Mobilità la presidenza va a Giovanni Zannola (Pd); a quella Ambiente scelto Giammarco Palmieri (Pd) ; al Sociale Nella Converti (Pd); alla Cultura Erica Battaglia (Pd), al Patrimonio Yuri Trombetti (Pd), all’Urbanistica Tommaso Amodeo (Lista Civica Gualtieri Sindaco) e al Commercio Andrea Alemanni (Pd); allo Sport Nando Bonessio (Verdi); alla Scuola Carla Fermariello (Pd); al Turismo Mariano Angelucci (Pd), alle Pari Opportunità Michela Cicculli (Sinistra Civica ed Ecologista); alla commissione Roma Capitale Riccardo Corbucci (Pd).