L’assessore segnalato dall’amico. Bufera sul titolare del Bilancio De Dominicis, consigliato dallo studio Sammarco

di Alessia Vincenti
Politica

Un esordio in salita. L’assessore al Bilancio del Comune di Roma, Raffaele De Dominicis, è già finito nella bufera per alcune incaute dichiarazioni. Creando un altro grattacapo al sindaco Virginia Raggi. “L’avvocato Sammarco mi ha chiesto la disponibilità e io ho deciso di mettermi a disposizione”, ha detto il nuovo componente della giunta. E dal Partito democratico è subito partito un attacco. “La nomina è avvenuta per segnalazione dell’avvocato Sammarco”, ha accusato il deputato Ernesto Carbone. Tutto nasce dal ruolo di Pieremilio Sammarco, titolare di uno studio di Diritto amministrativo, che conosceva De Dominicis, tanto da convincerlo ad accettare il posto da assessore.

“Il partito-movimento, che voleva dare insegnamenti di democrazia diretta e trasparenza, subappalta la scelta per incarichi di primo piano al Comune di Roma al titolare dello studio legale dove la Raggi faceva il praticantato. È la prova che Alemanno e Previti dettano legge nella giunta capitolina con buona pace dei grillini e delle loro ansie di presunto cambiamento, aspettative asfaltate dalla stessa Raggi”, ha incalzato Carbone. Ma anche da destra ci sono stati attacchi: “Sarebbe interessante capire cosa ne pensi la base del M5S dei rapporti tra la sindaca e il suo vecchio studio Sammarco/ Previti con cui dimostra di essere in ottimi rapporti ancora oggi. I cinque stelle non dovevano selezionare gli assessori con la Rete e i curriculum?”, ha dichiarato Federico Mollicone, responsabile comunicazione di Fratelli d’Italia.

Un’altra renziana Alessia Morani ha puntato il dito contro la nomina di De Dominicis: “Un’ulteriore conferma, dopo il caso Marra, che a Roma si sta tornando indietro sia nei metodi di decisione, sempre in circoli di potere ristretti e opachi, sia nei legami con quel mondo della peggiore destra che tanti danni ha fatto alla città”. Nemmeno il senatore Andrea Marcucci non è stato tenero: “Streaming? Referendum? Uno vale uno? Macchè, ora basta segnalazione di un amico di destra”.

La Raggi sta comunque cercando la ripartenza dopo il caos dei giorni scorsi: per questo ha convocato una riunione della giunta per mettere in campo i primi provvedimenti.