Le prime pagine del 27 maggio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Le prime pagine del 27 maggio.

La Notizia. In apertura: “Renzi nega, ma il voto gli conviene”. Editoriale di Gaetano Pedullà: “Rifrome, la tentazione delle urne”. In alto: “Gli aiuti ai comuni costano, le forze armate presentano il conto”, “Effetto Europee, la Bce aprirà i forzieri” e “Altro che tagli agli stipendi, Prandelli ricoperto d’oro”. Al centro, in un box: “Non ne beccano più una, l’oroscopo meglio dei sondaggi”. In basso: “Peculato, nei guai l’ex ministro Clini”.

Il Corriere della Sera. In apertura: “Le prime mosse europee di Renzi”. Editoriale di Angelo Panebianco: “La diga utile del premier”. A destra: “Piemonte, Abruzzo e Comuni: al Pd anche le Amministrative”. Nel taglio basso: ”Francesco: possibili altri Papi emeriti”.

La Repubblica. In apertura: “Regioni e città, il Pd fa il pieno”. Editoriale di Ezio Mauro: “Il riformismo diventa maggioranza”.

La Stampa. In apertura: “Renzi raddoppia e rilancia” . Al centro: “Svolta in Piemonte, vince Chiamparino”. In basso: “Il Papa: pedofilia come messe nere”.

Il Fatto Quotidiano. Apertura: “Renzi, la prossima mossa: scardinare i 5 Stelle″. Il fondo di Antonio Padellaro: “L’uomo della provvidenza”. Di spalla, Marco Travaglio: “Democrazia Renziana”. Al centro: “Da Fitto a Scopelliti: invasione degli ultracorpi”.

Il Sole 24 Ore. In apertura: “Effetto voto sui mercati: borsa +3.6%, spread a 156”. Editoriale di Roberto Napoletano: “Il doppio mandato che Renzi non può tradire”. A destra: “Renzi: acceleriamo sulle riforme, resto fino al 2018”. In basso: “La Ue sceglie il presidente, per Juncker strada in salita”.

Il Messaggero. In apertura: “Renzi: così va cambiata la Ue”. Editoriale di Alessandro Campi: “Metamorfosi del partito trasversale”. A destra: “Prodi: ora più largo il fronte per sfidare i no della Germania”.

Il Tempo. In apertura: “Renzi 2 la vendetta: ‘Ora rottamo tutti’”. Editoriale: “Vince Matteo, nonostante il Pd”. Al centro con foto: “Ma De Mita non molla, eletto a 86 anni”.