Legge elettorale, via libera al 37% di premio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Via libera al 37% per il premio di maggioranza, alla delega al governo sui collegi e al Salva-Lega. L’accordo siglato sulle modifiche al testo dell’Italicum da Pd e Forza Italia, apprende l’Agi, prevede anche le cosiddette candidature multiple – come chiedeva Ncd – ma con la fissazione di un tetto massimo. I dettagli di questa norma, viene spiegato da fonti sia Pd che FI, sono ancora da definire. L’ipotesi è di non consentire che lo stesso candidato si presenti in piu’ di 3-4 collegi. L’accordo prevede anche la cosiddetta clausola ‘salva-Lega’, anche se sarà denominata in altro modo, e prevede la possibilità di rappresentanza parlamentare per quei partiti fortemente radicati nel territorio che non superano, pero’, la soglia di sbarramento di ingresso del 4,5%. L’ipotesi su cui Pd e FI stanno lavorando – anche in questo caso si stanno definendo gli ultimi dettagli – è di ‘salvare’ quei partiti che hanno ottenuto una media percentuale di voti in almeno un ‘tot’ di circoscrizioni. Restano le soglie di sbarramento dell’8 per cento per i partiti fuori dalle coalizioni e del 12 per le coalizioni.