Letizia Moratti Presidente della Repubblica? Patrimonio, figli e condanne della candidata al Quirinale

Letizia Moratti Presidente della Repubblica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Letizia Moratti Presidente della Repubblica? I nomi dei possibili successori di Mattarella aumentano ora dopo ora. Tanti profili soprattutto femminili.

Letizia Moratti Presidente della Repubblica: chi è

Letizia Moratti è nata a Milano il 26 novembre del 1949. All’anagrafe è registrata come Letizia Brichetto Arnaboldi. Attualmente Letizia Moratti è impegnata alla Regione Lombardia con il doppio ruolo di assessore al Welfare e vicepresidente. Due curiosità: è stata la prima donna a ricoprire l’incarico di Presidente della Rai ed è stata la prima e fino al gennaio 2021 unica sindaca di Milano.

Letizia Arnaboldi è nata in una famiglia nobile di Milano. Nel 1972 consegue la laurea in Scienze politiche. L’11 giugno del 2001 Moratti è ministro dell’Istruzione del Governo Berlusconi II e sarà confermata anche nel Berlusconi III. Nell’aprile 2019 arriva la nomina a Presidente di UBI Banc. Altre nomine importanti nel suo curriculum: presidente Rai e sindaco di Milano.

Letizia Moratti Presidente della Repubblica: patrimonio

La svolta ‘economica’ arriva nella seconda metà degli anni Settanta quando conosce Gian Marco Moratti, che sarebbe diventato suo marito, venuto a mancare nel 2018. Gian Marco Moratti aveva il 25% di Saras, un colosso nel mondo del petrolio, poi aveva diversi possedimenti oltre che quote della Fila. La forza patrimoniale di Letizia Moratti si è ulteriormente rafforzata quando fonda la sua società di brokeraggio sotto il nome di GPA nel ‘74.

Non finisce qui. La Moratti vede la sua società fondersi con la Nichols, acquistata precedentemente dal marito. I due poi iniziano un progetto di finanziamento a favore della comunità di recupero per tossicodipendenti di San Patrignano, fondata da Vincenzo Muccioli.

Verso le fine degli anni ‘90 diventa presidente e amministratore delegato della società News Corp Europe. Nei primi anni 2000 entra a far parte dell’Advisory Board, l’organo consultivo che assiste l’amministrazione e definizione di strategia dell’azienda Carlyle Europe, che è una società internazionale di asset management con un patrimonio complessivo di circa 203 miliardi di dollari statunitensi.

Sempre nel 2000, è entrata come membro rappresentativo della famiglia Moratti nel Golden Egg, un fondo di investimento per aziende nel settore delle comunicazioni. Dalla fusione tra il Golden Egg, Letizia Moratti ed E Street nascerà la Syntek: questa nuova società si occupa sempre di investimenti nell’ambito delle telecomunicazioni.

Letizia Moratti ha avuto l’eredità lasciata dal marito che comprende non solo la quota dell’azienda di famiglia, ma molte altre aziende e società: tra queste, la Società Agricola Castello con un patrimonio netto di 12,7 milioni. 

Letizia Moratti: figli

Dal matrimonio con Gian Marco Moratti sono nati Gilda e Gabriele sono i figli cavallo degli anni ‘70 ed oggi lavorano nell’azienda del padre.

Gilda Moratti è impegnata a difesa degli animali e dell’ambiente, come ha raccontato lei stessa al Corriere della Sera il 24 febbraio 2019: “Io non apro orfanotrofi per cuccioli, non pattuglio i mari. Da più di sei anni, vivo facendo intelligence. Un approccio nuovo, anomalo, forte. Con Andrea Crosta e Francesco Rocca ho fondato l’Eal, Elephant Action League, e finanzio indagini sul contrabbando d’avorio, faccio arrestare i trafficanti di specie protette: 250 miliardi, il terzo grande affare del crimine internazionale dopo la droga e le armi. Facciamo operazioni sotto copertura, usiamo ex agenti Fbi, microspie. Abbiamo appena finito una missione in Messico“.

Da alcune dichiarazioni, sembra che Gilda Moratti sia una convinta no vax: Nel pericolo, mi esce una freddezza incredibile. Sono tornata dai miei viaggi con la dengue emorragica e la tse-tse. So che cos’è la malaria, il morso della zecca. Anche perché sono contraria ai vaccini, li odio. Una No Vax che va in Africa? Mi curo con le erbe. Non dovrei nemmeno tornarci, se riprendo la dengue sono guai. L’ultima volta sanguinavo dalle mucose, sono collassata in casa. La tata dei miei figli m’ha portata di corsa al Sacco. Due mesi terribili. Ma poi sono ripartita“.

Gabriele Moratti, detto “Bebe”, lavora nel mondo della moda e ha fondato il marchio Redempiotn: “Una scelta maturata dalla consapevolezza di essere italiano e di volerlo essere ancora di più in un momento come questo“.

Condanne della candidata al Quirinale

Non sorprende ma Letizia Moratti, probabile nuovo presidente della Repubblica, ha nella sua fedina penale una condanna per danno erariale provocato alle casse del comune di Milano durante il suo mandato negli anni che vanno dal 2006 al 2011 assieme ad altri componenti della giunta comunale. L’ex sindaco di Milano Letizia Moratti, il suo vice Riccardo De Corato e altre venti persone tra ex assessori della sua giunta ed ex funzionari di Palazzo Marino dovranno risarcire il Comune di Milano con 1 milione e 82mila euro per la vicenda dei cosiddetti “incarichi d’oro”.

La decisione è stata presa dalla sezione giurisdizionale centrale d’appello della Corte dei Conti che ha condannato in via definitiva Letizia Moratti, i suoi assessori e alcuni dirigenti comunale a risarcire il danno erariale provocato alle casse di Palazzo Marino durante il loro mandato politico, compreso tra il 2006 e il 2011. Secondo i giudici della Corte dei Conti, è colpevole di aver assegnato undici incarichi dirigenziali a soggetti esterni all’amministrazione milanese, provocando così un danno per le casse di Palazzo Marino pari a 1 milione e 889mila euro. Ma anche di aver istituito un ufficio stampa alle sue dirette dipendenze per un danno erariale complessivo di 887mila euro.