Letta e Meloni è ancora scontro: il leader del Pd dice no al presidenzialismo mentre la leader di FdI ironizza sui continui attacchi

Letta e Meloni ancora uno contro l'altro. Il leader del Pd va all'attacco del Presidenzialismo mentre l'avversaria risponde con ironia.

Letta e Meloni, i battibecchi continuano tra i due che si mandano frecciatine a distanza. Il leader del Partito Democratico va all’attacco della proposta di una Costituzione in senso presidenzialista mentre la leader di Fratelli d’Italia risponde con ironia agli attacchi.

Letta e Meloni è ancora scontro: il leader del Pd dice no al presidenzialismo mentre la leader di FdI ironizza sui continui attacchi

Letta e Meloni è ancora scontro: il leader del Pd dice no al presidenzialismo

Enrico Letta e Giorgia Meloni: ormai i loro battibecchi a distanza continuano ed iniziano anche a stancare. Nel centrodestra su ogni tema “stanno dicendo cose opposte. Uno sta con Mosca e l’altra dice di essere contro Mosca. Meloni sul tema della flat tax ha detto l’opposto di Salvini. Su tutte le questioni sono separati. Se loro vincessero, ci sarebbe una fibrillazione continua”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, a Radio Capital. “Il voto è un voto sacro, dura per cinque anni. Se noi vinciamo governiamo, se noi perdiamo andiamo all’opposizione e non saremo la ‘Protezione civile'”, ha aggiunto.

Poi, il segretario dem va all’attacco della proposta della Costituzione in senso presidenzialista: “No al presidenzialismo, non si tocca il cuore della Costituzione”. “Fu Renzi a imporla pensando di prendersi il 70% del Parlamento, poi è andata come è andata. È una legge maggioritaria, perciò o vince l’uno o vince l’altro”. Poi precisa, a proposito dei rischi per la democrazia: “Il pericolo non è rappresentato da una vittoria della destra: il nostro sistema regge e reggerà, sono gli italiani che scelgono, però le regole elettorali possono consentire alla destra con il 43% dei voti di avere il 70% dei seggi”.

La leader di FdI ironizza sui continui attacchi

Giorgia Meloni risponde agli ultimi attacchi di Letta con ironia. “Nel programma del Pd c’è scritto Meloni: se smetto di fare politica che fanno? Pensano sempre al mostro“, ha detto Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia, a margine di un’intervento a L’Aquila, ha fatto il punto delle ultime settimane: “Nella vita ho altri problemi che farmi dare patenti di democrazia da Enrico Letta ma ho sentito in questa campagna elettorale una serie di cose abbastanza surreali e ho anche letto l’ultima dichiarazione di Enrico Letta che dice che una vittoria della destra sarebbe un’emergenza democratica“.

E rivolgendosi a un cronista che le chiedeva un commento sul Pd di Letta, Giorgia Meloni ha detto: “Se Enrico Letta vuole fare la campagna elettorale così ben venga, noi abbiamo scelto di non parlare degli altri ma di noi, raccontando il nostro programma alle associazioni di categoria, con la convinzione che pure nel periodo molto complesso in cui vive l’Italia si possa restituire respiro e speranza a questa nazione“. Infine, la Meloni, ancora ironizzando, ha scritto su Facebook: “A una manifestazione di partito, Letta dice: ‘Chi non vota per il Pd, vota per Meloni e per la destra’. Che dire, grazie Enrì!“.

Leggi anche: Lo stop all’invio di armi in Ucraina è sparito dal programma di Verdi e Sinistra italiana

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram