L’Fmi gela l’Italia. Ci vorranno 20 anni per ridurre la disoccupazione ai livelli pre-crisi. Di questo passo la ripresa resterà una chimera

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Di questo passo la ripresa resterà una chimera. Sempre che l’economia non torni a scendere, come lascia presagire il nuovo crollo delle Borse cinesi. A dirci che abbiamo sbagliato tutto è proprio uno dei massimi responsabili di questi errori: il Fondo Monetario internazionale. Secondo la struttura di Washington “senza una significativa accelerazione della crescita, ci vorranno 10 anni alla Spagna e quasi 20 anni a Portogallo e Italia per ridurre la disoccupazione ai livelli pre-crisi”. La disoccupazione – si accorge ora il Fmi – nella zona della moneta unica “è alta” e “probabilmente lo resterà per del tempo”. Conclusioni alle quali si aggancia la Cgia di Mestre, secondo cui dal 2007 al primo trimestre del 2015 in Italia si sono persi 932.000 posti di lavoro.