Liberati gli operai rapiti in Libia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“Provo grande gioia e soddisfazione per la liberazione di Francesco Scalise e Luciano Gallo”. Cosi’ si e’ espressa la ministro degli Esteri Emma Bonino appresa la notizia della liberazione dei due tecnici italiani rapiti in Libia lo
scorso gennaio. L’operazione e’ frutto di attivita’ congiunte tra Autorita’ libiche e italiane e dell’azione di coordinamento svolta tra Unita’ di Crisi, Ambasciata e altri organi dello Stato. “Desidero esprimere un sentito ringraziamento- prosegue il capo della Diplomazia italiana- a tutte le donne e gli uomini della Farnesina e delle altre Istituzioni che hanno consentito di giungere a un esito favorevole della vicenda in un contesto ambientale difficile”.

“Voglio inviare  alle famiglie di Francesco Scalise e Luciano Gallo la vicinanza di tutta la diocesi. Questo e’ un momento di gioia”. Il Vescovo di Lamezia Terme, mons. Luigi Cantafora, parlando con l’Ansa, non riesce a trattenre la giogia: “Proprio sabato scorso – ha aggiunto – ho avuto modo di incontrare i familiari dei due operai. Stavano vivendo un momento difficile e triste ma ho visto in loro un grande senso di responsabilita’ e fede. Hanno vissuto questi momenti con grande dignita’ e fede cristiana che non e’ venuta mai meno”. “Ora – ha concluso – dopo la notizia della loro liberazione possiamo vivere un momento di gioia. Tutta la diocesi ed i parroci di Pianopoli e Feroleto Antico saranno vicino a Francesco, Luciano e ai loro familiari”.

“L’operazione”, ha spiegato la Bonino senza precisare se si sia trattato di un blitz o di altro, “e’ frutto di attivita’ congiunte tra Autorita’ libiche e italiane e dell’azione di coordinamento svolta tra Unita’ di Crisi, ambasciata e altri organi dello Stato”. “Desidero esprimere un sentito ringraziamento”, ha proseguito il capo della diplomazia italiana, “a tutte le donne e gli uomini della Farnesina e delle altre istituzioni che hanno consentito di giungere a un esito favorevole della vicenda in un contesto ambientale difficile”.  “Questa e’ la dimostrazione che bisogna avere fiducia nelle istituzioni”, ha commentato Gianluca Cuda, sindaco di Pianopoli, il comune del catanzarese di cui e’ originario Scalise. “E’ la fine di un incubo”, ha osservato, e a proposito delle polemiche che stavano montando in Calabria, ha aggiunto: “Il governo ha lavorato sotto traccia e ha ottenuto i risultati che tutti abbiamo sempre sperato”.