L’Ilva fa un’altra vittima: un operaio tarantino muore schiacciato da un tubo. E scatta lo sciopero dei manovali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nuovo incidente mortale all’Ilva di Taranto. Un operaio della ditta d’appalto Pitrelli è morto dopo un incidente nel reparto Agglomerato dello stabilimento pugliese. La vittima è stata schiacciata da un tubo d’acciaio che aveva imbragato e stava caricando su un camion dopo i lavori di smontaggio di una canna fumaria nel reparto Agglomerato. Subito l’incidente, è scattato lo sciopero degli operai dell’Ilva e delle ditte appaltatrici. E’ il secondo incidente mortale che si verifica nello stabilimento siderurgico nel 2015. Il 12 giugno scorso morì, dopo 4 giorni di agonia Alessandro Morricella, 35 anni, travolto dalla ghisa fusa e vapore mentre lavorava alla base dell’altoforno numero 2. L’impianto fu sequestrato dalla magistratura perché ritenuto pericoloso.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA