L’Ilva fa un’altra vittima: un operaio tarantino muore schiacciato da un tubo. E scatta lo sciopero dei manovali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nuovo incidente mortale all’Ilva di Taranto. Un operaio della ditta d’appalto Pitrelli è morto dopo un incidente nel reparto Agglomerato dello stabilimento pugliese. La vittima è stata schiacciata da un tubo d’acciaio che aveva imbragato e stava caricando su un camion dopo i lavori di smontaggio di una canna fumaria nel reparto Agglomerato. Subito l’incidente, è scattato lo sciopero degli operai dell’Ilva e delle ditte appaltatrici. E’ il secondo incidente mortale che si verifica nello stabilimento siderurgico nel 2015. Il 12 giugno scorso morì, dopo 4 giorni di agonia Alessandro Morricella, 35 anni, travolto dalla ghisa fusa e vapore mentre lavorava alla base dell’altoforno numero 2. L’impianto fu sequestrato dalla magistratura perché ritenuto pericoloso.