L’improvvisazione in politica non paga. Per i Vip le elezioni sono un vero flop con poche decine di preferenze. Spiccano invece gli esponenti di partito come Gelmini, Salvini, Majorino e Carfagna

dalla Redazione
Politica

A tirare nella caccia alle preferenze sono stati i politici di professione. Poco da fare, invece, per i personaggi vip che sono riusciti a raccogliere soltanto le briciole. Quasi 12 mila voti è riuscita a portare a casa Maria Stella Gelmini, l’ex ministro berlusconiano candidato a Milano. Bene anche Matteo Salvini a quota 8 mila, e Pierfrancesco Majorino con 7500 (candidato sconfitto alle primarie di centrosinistra). A Napoli reginetta delle preferenze è l’ex ministro Mara Carfagna.

IL FLOP DEI VIP – Fanno flop i personaggi noti candidati alle ultime elezioni comunali. Grande flop per lavegana Daniela Martani, candidata a Roma nelle fila dei Verdi. Sono state 26 le preferenze per lei che ha definito la sua partecipazione alle elezioni “Una tragedia”. La sua lista si presentava al fianco di Roberto Giachetti. Ma ora l’icona vegan sembra già aver cambiato rotta. E da quanto dichiarato a Radio Cusano Campus al ballottaggio voterà Virginia Raggi. Idee un tantino confuse, sarà forse anche per questo che gli elettori non l’hanno premiata. Sempre candidato con i Verdi a Roma c’era Giobbe Covatta che ha incassato 120 voti. Altro flop romano è quello dell’ex nuotatrice Alessia Filippi,  che ha ritirato 57 preferenze in una lista a sostegno di Giachetti.