L’internazionale della pedofilia. Arrestare 7 persone, usavano Internet per adescare e abusare di minorenni

dalla Redazione
Cronaca

Tre anni di indagine per smantellare una rete di pedofili, formata da 7 persone tutte arrestate nelle prime ore del mattino. Una vera e propria internazionale della pedofilia, che andava dall’Australia all’Italia passando per Danimarca e Olanda, e sfruttava Internet per adescare minorenni: dopo il contatto c’era l’incontro e la violenza sessuale. Secondo gli investigatori sono decine le vittime di abusi.

L’indagine è stata condotta dagli esperti della Polizia postale, coordinata dalla Dda di Roma e sopportata dal European Cybercrime Center di Europol. All’inchiesta hanno collaborato anche l’Fbi e la polizia del Queensland (in Australia). Gli inquirenti hanno dovuto scandagliare nel deep web, la parte della Rete che naviga in profondità e dove è più difficile trovare tracce. Per la prima volta in Italia è stata formulata l’accusa di associazione a delinquere transnazionale finalizzata alla commissione di reati di pedofilia e pedopornografia.