L’Italia sulla cima del mondo per la scultura

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

L’Italia resta ai primi posti per quanto riguarda la produzione artistica. Giuseppe Penone ha, infatti, vinto l’edizione 2014 del Praemium Imperiale nella categoria scultura. Un’onorificenza considerata da molti il Nobel dell’arte. Assieme a a Penone sono stati premiati anche il francese Martial Raysse per la pittura, lo statunitense Steven Holl per l’architettura, l’estone Arvo Pärt per la musica e il sudafricano Athol Fugard per il teatro/cinema. Ciascuno di loro riceverà 15 milioni di yen (circa 108mila euro), un diploma e una medaglia dal Patrono onorario della Japan Art Association, il Principe Hitachi, durante la premiazione a Tokyo il 15 ottobre. Nel 2013 un altro italiano si aggiudicò l’ambito riconocimento. Michelangelo Pistoletto vinse il Praemium Imperiale nella categoria pittura.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA