L’Italia torna protagonista a Cannes. Miglior attore il calabrese Marcello Fonte per “Dogman” di Matteo Garrone. Miglior sceneggiatura per “Lazzaro felice” di Alice Rohrwacher

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo l’assenza dello scorso anno, l’Italia torna in concorso nella selezione ufficiale del festival di Cannes e conquista il premio per il miglior attore al calabrese Marcello Fonte per “Dogman” di Matteo Garrone e per la miglior sceneggiatura (ex equo) per “Lazzaro felice” di Alice Rohrwacher.  Palma d’Oro per il film “Shoplifters” (“Un affare di famiglia”) del regista giapponese Hirokazu Kore-Eda.

“Siamo molto felici, eravamo già molto sorpresi e contenti della reazione che avevamo avuto all’anteprima, molto calda. Ora il fatto di potere avere un riconoscimento per il film, che è nelle sale”, ha detto al Tg1 Matteo Garrone.

“Grande successo per il cinema italiano che con i premi a Cannes dimostra, ancora una volta, di essere vivo e apprezzato in tutto il mondo”. Così il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini si complimenta con Alice Rorhwacher e con Marcello Fonte per i prestigiosi premi vinti a Cannes. (ITALPRESS)

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La Giustizia che fa paura alla Lega

Chi avesse ancora dubbi su uno dei motivi per cui il Governo Conte è stato fermato proprio il giorno prima che l’allora ministro Bonafede facesse il punto sulla riforma della Giustizia, senta bene le parole dette ieri da Salvini: “Questo Parlamento con Pd e 5

Continua »
TV E MEDIA