L’ombra dei Casalesi nella ricostruzione dell’Aquila

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nuove ombre sulla ricostruzione nel post terremoto dell’Aquila, distrutta dal sisma del 6 aprile 2009.
La Guardia di Finanza ha eseguito sette ordinanze di custodia cautelare, quattro in carcere e tre ai domiciliari, nei confronti di imprenditori impegnati nella ricostruzione.
I provvedimenti,  riguardano una lunga indagine sull’infiltrazione deiCasalesi nei cantieri della ricostruzione degli edifici privati danneggiati dal sisma.
Le accuse per le persone coinvolte sono:estorsione aggravata dal metodo mafioso, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Oltre ai fermi le Fiamme gialle  stanno eseguendo decine di perquisizioni nei confronti di imprenditori coinvolti nella vicenda nelle province dell’Aquila, Caserta e Roma.