L’onda lunga degli attentati. Dopo Berlino rafforzate le misure di sicurezza in Italia: più controlli ai mercatini di Natale a Bolzano

dalla Redazione
Cronaca

La paura di nuovi attentati a ridosso del Natale scuote tutta l’Europa. L’attacco di Berlino ha fatto aumentare di nuovo l’attenzione sulla sicurezza: immediatamente sono state rafforzate le misure di sicurezza. Il Viminale, guidato al ministro Marco Minniti, ha provveduto ad aumentare i controlli ai mercatini di Natale allestiti a Bolzano, di Merano e di Bressanone.

Una direttiva ha chiesto di “rafforzare i controlli nelle aree di maggiore afflusso di persone in occasione dello svolgimento di eventi o cerimonie previste per le prossime festività natalizie nonché verso luoghi che notoriamente registrano particolare afflusso di visitatori”. Sul campo sono state inviata anche le unità operative di primo intervento (Uopi) e personale altamente specializzato, selezionato tra medici ed esperti nel Nocs. Le misure saranno ancora di più consolidate nel fine settimana, in concomitanza dei giorni di Natale, quando è previsto un massiccio afflusso di visitatori: in Alto Adige arriveranno anche i Reparti repressione crimine di Milano e da Padova.

Già giorni scorsi Minniti aveva presiduto il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha “espresso parere favorevole sulla proroga, fino al 31 dicembre 2017, del Piano d’Impiego del contingente di 7.050 militari appartenenti alle Forze armate nei servizi di vigilanza e di controllo del territorio e a siti ed obiettivi sensibili”.