L’onda lunga degli attentati. Dopo Berlino rafforzate le misure di sicurezza in Italia: più controlli ai mercatini di Natale a Bolzano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La paura di nuovi attentati a ridosso del Natale scuote tutta l’Europa. L’attacco di Berlino ha fatto aumentare di nuovo l’attenzione sulla sicurezza: immediatamente sono state rafforzate le misure di sicurezza. Il Viminale, guidato al ministro Marco Minniti, ha provveduto ad aumentare i controlli ai mercatini di Natale allestiti a Bolzano, di Merano e di Bressanone.

Una direttiva ha chiesto di “rafforzare i controlli nelle aree di maggiore afflusso di persone in occasione dello svolgimento di eventi o cerimonie previste per le prossime festività natalizie nonché verso luoghi che notoriamente registrano particolare afflusso di visitatori”. Sul campo sono state inviata anche le unità operative di primo intervento (Uopi) e personale altamente specializzato, selezionato tra medici ed esperti nel Nocs. Le misure saranno ancora di più consolidate nel fine settimana, in concomitanza dei giorni di Natale, quando è previsto un massiccio afflusso di visitatori: in Alto Adige arriveranno anche i Reparti repressione crimine di Milano e da Padova.

Già giorni scorsi Minniti aveva presiduto il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha “espresso parere favorevole sulla proroga, fino al 31 dicembre 2017, del Piano d’Impiego del contingente di 7.050 militari appartenenti alle Forze armate nei servizi di vigilanza e di controllo del territorio e a siti ed obiettivi sensibili”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA