L’uomo che muore mezz’ora dopo il vaccino ad Arona. Si tratta di un 52enne. La Procura di Verbania ha avviato accertamenti

VACCINO PFIZER
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un uomo di 52 anni si è sentito male, ed è morto, mezz’ora dopo essere stato vaccinato contro il Covid al Pala Green di Arona dove sono intervenute le forze dell’ordine. Il decesso appena rientrato nella sua abitazione. La Procura di Verbania ha avviato gli accertamenti del caso. All’uomo, informa il 118, era stato inoculato il vaccino Pfizer. Nelle prossime ore verrà disposta l’autopsia per accertare le cause del decesso e l’eventuale correlazione con la vaccinazione.

L’uomo che muore mezz’ora dopo il vaccino ad Arona

Ieri invece è morto anche l’uomo di 77 anni, convinto no vax, che era ricoverato per covid all’ospedale San Martino di Genova. Lo rende noto il policlinico. L’uomo, genovese, era stato preso come esempio dal professor Matteo Bassetti, primario del reparto malattie infettive del policlinico genovese, per dimostrare che solo il vaccino salva dal covid. “Quello che mando deve essere un messaggio chiaro – aveva detto Bassetti nei giorni scorsi – solo il vaccino, in questo momento, ci aiuta nella lotta al covid. Il vaccino salva la vita, non ci evita il contagio, ma ci salva la vita”.

L’uomo aveva rifiutato il vaccino ad aprile, così come la moglie, anche lei convinta non vax. L’anziano era arrivato in ospedale venti giorni fa ed era stato ricoverato proprio nel reparto del professor Bassetti. Con lui anche un altro no vax di 74 anni. Bassetti parlò di due casi gravi, indicando per il paziente di 77 anni la situazione più critica. Dopo giorni di trattamento a malattie infettive, la salute dell’anziano è peggiorata ed è stato necessario il trasferimento in terapia intensiva. Qui dopo alcuni giorni è stato necessario intubarlo per garantirgli la respirazione assistita, ma anche questo non è servito a tenerlo in vita. Ieri il decesso