Mafia Capitale, partono i commissariamenti. Cantone blocca due appalti dell’Ama. E intanto Marino presenta la nuova Giunta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Partono i commissariamenti a Roma da parte del presidente dell’Anticorruzione, Raffaele Cantone. Notificato l’avvio del procedimento per la richiesta di commissariamento di due appalti affidati da Ama al Consorzio Nazionale Servizi (sede a Bologna) e alla Cooperativa Edera (sede a Roma). Si tratta dei primi due appalti commissariati relativi all’inchiesta Mafia Capitale. L’iter segue la procedura prevista dall’articolo 32 del decreto legge 90 che ha affidato più ampi poteri all’Authority. Ora ci sono 15 giorni a disposizione delle due aziende per presentare un’eventuale memoria. Successivamente Cantone chiederà al prefetto di Roma di emettere i relativi decreti di commissariamento. Mentre al Campidoglio è pronta la nuova giunta di Marino. Il giudice Alfonso Sabella ha ottenuto il via libera dal Csm per diventare assessore capitolino alla Legalità, Francesca Danese prenderà il posto della dimissionaria Rita Cutini alla guida del Sociale e a avrà pure la delega della Casa.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA