Mafia Capitale, sigilli alla Fiamma Nera, la storica imbarcazione appartenuta a Mussolini. Confiscati beni per 28 milioni a imprenditore legato alle coop

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nel maxi sequestro di Fiumicino è spuntata anche storica imbarcazione, la “Fiamma Nera”, appartenuta a Benito Mussolini. La Guardia di finanza ha sequestrato beni per 28 milioni a un imprenditore che, secondo le indagini, sarebbe legato ad alcune cooperative finite nell’inchiesta di Mafia Capitale. L’inchiesta, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della procura di Roma, ha portato al sequestro di 32 terreni e 75 immobili, alcuni dei quali concessi in locazione alla “Domus Caritatis” di Tiziano Zuccolo e alla “Eriches 29” di Salvatore Buzzi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA