Maltempo, Taranto con l’acqua alla gola. La pioggia mette in ginocchio la città dei due mari: strade impraticabili, reparti evacuati all’Ilva e operai intossicati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Strade impraticabili e decine di richieste di soccorso da parte di automobilisti rimasti in panne. Uno scenario apocalittico quello di Taranto, sommersa dalla pioggia che ha raggiunto i 60-70 centimetri di altezza. Traffico in tilt, strade interrotte, sottovia impraticabili e bambini bloccati a scuola perché molti genitori non riescono a raggiungere gli istituti scolastici. Alcune linee di trasporto pubblico con i comuni della Provincia presentano pesanti ritardi o sono state temporaneamente sospese. Insomma, la città dei due mari è nel caos. Come se non bastasse, alcuni lavoratori hanno accusato malori per intossicazione da monossido di carbonio e sono stati portati in infermeria a seguito di una fuga di gas. La dispersione del gas sarebbe dipesa da un guasto per un blackout provocato dal nubifragio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA