Mano pesante di Bankitalia su 27 ex manager dell’Etruria. Sanzioni per 2,2 milioni di euro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sanzioni da Bankitalia per 27 tra esponenti ed ex della vecchia Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio che ora si trova in liquidazione. La decisione è stata presa il 1 marzo dal Direttorio nei confronti di amministratori, sindaci, direttore generale e si tratta di sanzioni che ammontano in totale a 2,2 milioni di euro. Ai singoli sono state comminate sanzioni che vanno dai 52.000 ai 130.000 euro a seconda del grado di responsabilità e del periodo di permanenza in carica di ciascuno. Alcuni dei sanzionati erano stati già puniti a settembre 2014 per un totale di 2,5 milioni di euro.

Anche nel caso delle altre tre banche oggetto del provvedimento di risoluzione della crisi del novembre 2015, ricorda via Nazionale, erano stati avviati vari procedimenti sanzionatori, gli ultimi dei quali conclusi in aprile 2014 per la Cassa di Risparmio di Ferrara (15 persone per un totale di 1,1 milioni), agosto 2014 per la Banca delle Marche (18 persone per un totale di 4,2 milioni) e luglio 2015 per la Cassa di Risparmio di Chieti (13 persone per un totale di 0,6 milioni).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA