Maxi operazione contro la ‘Ndrangheta e il traffico internazionale di cocaina. Novanta arresti tra Italia, Belgio, Olanda, Germania e Colombia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ di 90 arresti il bilancio della maxi operazione internazionale contro la ‘Ndrangheta, e le sue proiezioni in Europa e nel Sud America, coordinata dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo insieme alle autorità giudiziarie e alle forze di polizia di Italia, Belgio, Olanda, Germania e Colombia. Al centro degli interessi delle cosche c’era un imponente traffico di cocaina che dal Sudamerica giungeva in Italia e nel nord Europa.

Nel mirino, esponenti di affermate famiglie della criminalità organizzata calabrese, operanti principalmente nella Locride. Le accuse ipotizzate dagli inquirenti nei confronti dei soggetti destinatari del provvedimento vanno, a vario titolo, dall’associazione mafiosa al riciclaggio, dall’associazione dedita al traffico internazionale di droga alla fittizia intestazione di beni e altri reati aggravati dalle modalità mafiose.

Il blitz di oggi arriva al termine di un lungo lavoro investigativo svolto da una squadra costituita presso Eurojust tra la magistratura e le forze di polizia di Italia, Paesi Bassi e Germania. Al team investigativo hanno aderito per l’Italia la Dda di Reggio Calabria, lo Sco della Polizia e Goa e Gico della Guardia di Finanza. Fulcro della rete internazionale, secondo quanto emerso dalle indagini, erano le cosche Pelle-Vottari di San Luca, Ietto di Natile di Careri e Ursini di Gioiosa Ionica.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA