Meloni debutta in tv da premier e sceglie Vespa. Fiorello ironizza sullo speciale Porta a Porta che cancella Amadeus

Dal Quatargate al debutto in tv di Giorgia Meloni da premier a Ballando con le Stelle: l'ironia di Fiorello conquista i telespettatori.

Nuovo appuntamento con Viva Rai 2, nuovo appuntamento con la satira di Rosario Fiorello che si concentra sulla prima intervista televisiva di Giorgia Meloni nel ruolo di premier a Porta a Porta.

Meloni debutta in tv da premier e sceglie Vespa. Fiorello ironizza sullo speciale Porta a Porta che cancella Amadeus

Meloni in tv da premier a Porta a Porta: Fiorello ironizza su Vespa che cancella Amadeus

Giorgia Meloni ha scelto Bruno Vespa per il suo debutto in tv nel ruolo di presidente del Consiglio. Lo speciale Porta a Porta andrà in onda su Rai 1 nella serata di mercoledì 21 dicembre, al posto di Soliti Ignoti di Amadeus.

La notizia ha suscitato l’ilarità di Fiorello che, a Viva Rai 2, ha deciso di accendere i riflettori sulla scelta del premier. Mostrando il titolo di Libero.it “Meloni sceglie Vespa per il debutto in tv da premier: salta Amadeus”, lo showman ha sottolineato: “Salta Amadeus!”. Puntando gli occhi verso la telecamera, allora, si è rivolto direttamente a Vespa, suo ospite la scorsa settima.

“Vespa, hai fatto saltare Amadeus. Cioè, Vespa è arrivato e ha detto: ‘La Meloni, la intervisto io’. Ma non lo fa nel suo spazio. Ha levato Amadeus. Ha detto: ‘Via, via’”, ha ironizzato Fiorello. E ha aggiunto: “Lo posso dire? Da quando ha tenuto l’ombrello ai Jalisse, si è montato la testa”.

Dal Qatargate alla finale dei Mondiali in Qatar

Non solo ironia su Porta a Porta. Introducendo la puntata di lunedì 19 dicembre, Fiorello ha voluto ricordare tre personaggi drammaticamente scomparsi nelle ultime ore. Sinisa Mihajlovic, il giornalista Mario Sconcerti e l’attore Lando Buzzanca. A loro lo showman ha deciso di dedicare l’ultimo appuntamento con Viva Rai 2.

Uno dei temi trattati è stato, inevitabilmente, l’esito della finale dei Mondiali in Qatar che ha visto l’Argentina battere la Francia ai rigori. Dopo aver citato le buste con le stampe di Babbo Natale che contenevano le mazzette del Qatargate, il conduttore ha fatto riferimento all’ondata di festa generata dalla vittoria della Nazionale del Paese sudamericano che si è estesa da Buenos Aires a Madrid, da Luisal a Napoli. Proprio facendo riferimento al capoluogo campano, lo showman ha annunciato che i napoletani hanno già realizzato una statuetta di Lionel Messi che regge la Coppa del Mondo. “È a grandezza naturale”, ha precisato mostrando un’immagine della statuetta. A questo punto, Biggio ha osservato: “Stai facendo body shaming”. In risposta, Fiorello ha ammesso: “Sto facendo body Messing”.

Non solo Meloni, Fiorello punta il dito contro Ballando con le Stelle

Nel mirino della satira, poi, è finito anche Ballando con le Stelle, il format condotto da Milly Carlucci che si concluderà il prossimo venerdì 23 dicembre.

Chiedendo alle telecamere di Viva Rai 2 di inquadrare le persone radunate all’esterno del glass box allestito per il programma, Fiorello ha affermato: “Avete visto quanta gente c’è fuori!”. E Biggio: “Abbiamo cambiato le abitudini degli italiani. Si svegliano presto”.

Lo showman, allora, ha esclamato: “C’è più gente qui che a Ballando con le Stelle. E a proposito di questo, vorrei fare una mia considerazione. È un programma che io adoro tantissimo. ogni sabato sera sono lì a guardare, però non ci ho capito niente. Io non ho capito il regolamento – ha ammesso, ironizzando soprattutto sul costante salvataggio dei concorrenti in gara –. C’è gente che non viene mai eliminata. Sta sempre lì. A un certo punto ho visto che hanno eliminato Mughini. Mi dispiace, mannaggia. Ho pensato. Ma poi… ‘E ora Mughini!’. Ma come mai? Ma qual è il sistema di regole. Manco nella finanziaria ci sono tanti emendamenti! C’è il tesorino del tesoretto del tesorone. Uno si chiede ‘Ma perché quello tornato a ballare? Perché ha 28 punti sulla patente’”.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram