Mercato crocieristico mondiale in crescita, ecco i dati e le preferenze degli italiani

Gli italiani scelgono sempre di più le crociere. Ecco lo studio che mostra le preferenze in questo mercato in forte ascesa

Il mercato crocieristico mondiale sta vivendo un periodo estremamente positivo come testimoniano i dati forniti dal primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere www.crocierissime.it e da Cruise Lines International Association (CLIA), la più grande associazione mondiale di categoria del settore che analizza 458 navi da crociera. Il 2016 si è chiuso con 24,7 milioni di passeggeri a bordo delle navi di tutto il mondo e si prevede che alla fine del 2017 si arriverà a 25,8 milioni.

Mercato crocieristico mondiale in crescita, ecco i dati e le preferenze degli italiani

Tra i risultati più rilevanti, il Mediterraneo è la seconda crociera preferita a livello mondiale, dietro solo ai Caraibi, con il 18,3% di preferenze. Molto positivo anche il risultato dell’Italia, con oltre 11,4 milioni di passeggeri che sono arrivati in alcuni dei porti italiani (considerando imbarco, sbarco e transito), con un incremento del 2,7% rispetto al 2015 e buone prospettive per il futuro. Secondo uno studio dell’Ente Nazionale del Turismo nei prossimi anni gli itinerari da crociera in Italia coinvolgeranno 47 compagnie di navigazione, 148 navi, 12 regioni e 66 porti lungo le nostre coste.

Sono ben cinque i porti italiani che si posizionano tra i dieci più frequentati dai viaggiatori di tutto il mondo e Civitavecchia è al secondo posto con circa 2,3 milioni di turisti, alle spalle di Barcellona con circa 2,7 milioni; Venezia è al quarto posto con circa 1,6 milioni, dietro a Palma di Maiorca, mentre Napoli è al sesto con circa 1,3 milioni, Genova all’ottavo con poco più di 1 milione e Savona al nono posto con circa 910.000 arrivi di viaggiatori.

Questo parlando delle preferenze a livello globale, restringendo il campo agli italiani, lo studio realizzato sulle scelte dei vacanzieri durante l’estate 2017 (nel periodo compreso tra il 20 giugno e il 20 settembre) ha evidenziato risultati interessanti. Ad esempio, contrariamente a quanto generalmente si potrebbe pensare, un passeggero italiano su tre a bordo delle navi ha meno di 45 anni e tre passeggeri su quattro hanno meno di 60 anni. Non è vero, quindi, che le crociere sono solo per gli anziani.

L’età media dei crocieristi italiani:
1. Tra 16 e 24 anni (12%)
2. Tra 25 e 30 anni (8%)
3. Tra 31 e 45 anni (17%)
4. Tra 46 e 60 anni (39%)
5. Oltre 60 anni (24%)

La distribuzione per sesso è quasi uguale: donne (52%), uomini (48%). Sorprende inoltre scoprire che quasi un terzo (32%) degli intervistati viaggia con bambini al di sotto dei 18 anni, mentre il 25% parte con gli amici, anche se la maggior parte va in vacanza con il proprio partner (82%). Sono due grandi compagnie a contendersi la vetta della classifica:

Le compagnie da crociera più ricercate/prenotate dagli italiani:
1. Costa Crociere
2. MSC Crociere
3. Royal Caribbean

E’ inoltre curioso notare che tra i porti più utilizzati dalle navi da crociera di tutto il mondo c’è quello di Civitavecchia, mentre nelle statistiche che riguardano gli italiani i viaggiatori sono ben distribuiti tra i diversi porti delle coste del Mediterraneo e dell’Adriatico in base a quello più vicino al loro luogo di residenza.

I porti di partenza preferiti/più prenotati dagli italiani:
1. Venezia (17%)
2. Savona (15%)
3. Civitavecchia (12%)

I risultati italiani coincidono con quelli mondiali nell’eleggere il Mediteranneo come itinerario preferito (74%); ma al secondo posto c’è l’Europa settentrionale (10%) e al terzo ci sono i Caraibi (7%).

Infine, per quanto riguarda i servizi a bordo più richiesti dai passeggeri, al primo posto ci sono i pacchetti per le bevande incluse, sia durante i pasti che per il resto del soggiorno, seguiti dalle escursioni dai porti di scalo e, tra quelli offerti a bordo, le piscine riscaldate, la palestra e la spa.

Francesco Manna, Cruises Trading Director di Crocierissime, ha dichiarato: “Gli italiani sono grandi amanti delle crociere, cosa non poi così strana in un Paese con 7.500 chilometri di costa, ricco di golfi e insenature, con decine di porti, cinque dei quali tra i dieci più visitati d’Europa. L’Italia è al terzo posto in Europa per numero di navi da crociera con una cifra che, nonostante il calo registrato nel 2016, rimane superiore a 750.000 unità”.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram