Mestre, sparatoria davanti a un centro commerciale per un portavalori: ferito un vigilante

Mestre, sparatoria davanti a un centro commerciale con l'obiettivo di assalire un portavalori, senza successo.

Mestre, sparatoria davanti a un centro commerciale nella mattinata di sabato 10 settembre. Fortunatamente nel conflitto a fuoco che ne è scaturito non ci sono state gravissime conseguenze. Tuttavia, due sono i feriti.

Mestre, sparatoria davanti a un centro commerciale per un portavalori: ferito un vigilante

Mestre, sparatoria davanti a un centro commerciale

Sparatoria nella mattinata di sabato 10 settembre al centro Porte di Mestre, l’ex Auchan nell’area commerciale di Zelarino. Davanti al centro commerciale è stato tentato un assalto al portavalori. Nel tentativo di rapina, è nato un conflitto a fuoco in cui un vigilante è stato raggiunto da due colpi all’inguine. Le forze dell’rodine così come i soccorritori sono giunti immediatamente sul posto.

Ferito un vigilante e il ladro

Nel conflitto a fuoco prima è stato colpito il vigilante, che, trasportato in ospedale, non sarebbe in pericolo di vita. Dall’altra parte il ladro è stato raggiunto da un colpo alla testa esploso da uno dei vigilanti. Il bandito, camuffato con un cappellino semplicemente, è  un uomo residente in Friuli.

In seguito è arrivato anche Antonio Impedovo, direttore del centro commerciale: «Non era mai accaduto niente del genere in 26 anni – ha spiegato – Siamo a totale disposizione degli inquirenti, anche per inoltrare tutte le immagini della sorveglianza. Gli investigatori stanno approfondendo l’accaduto». Un collega della vittima racconta: «Il bandito gli ha sparato due colpi di arma da fuoco. Dalle informazioni che abbiamo sembra che ora stia abbastanza bene. L’attenzione del rapinatore era sul portavalori, nel quale girano soldi contanti. Il nostro è un lavoro rischioso, non è come si pensa. Siamo sempre in pericolo di vita. Per questo chiediamo più considerazione».

Leggi anche: Angela Celentano, novità e storia della ragazza scomparsa 26 anni fa. Una nuova pista in Sud America

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram