Migranti, 100 mila nuovi posti d’accoglienza lungo i Balcani. In extremis raggiunto l’accordo al vertice Ue con 17 nuovi punti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’accordo sui migranti è stato trovato proprio in extremis. Un’intesa per provare a fermare l’esodo lungo la rotta balcanica. Al centro  dell’accordo c’è la registrazione dei migranti che altrimenti non avranno diritti e la creazione di 100mila nuovi posti d’accoglienza: 50mila in Grecia e 50mila lungo i Balcani. Hanno partecipato i membri Ue di Austria, Bulgaria, Croazia, Germania, Grecia, Lussemburgo, Olanda, Romania, Slovenia e Ungheria, più Albania, Macedonia e Serbia. Sono in tutti 17 i punti approvati che come ha spiegato Juncker prevedono anche di “aumentare la capacità di fornire rifugio temporaneo, cibo, acqua e assistenza sanitaria, a quanti ne abbiano bisogno attivando”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA