Migranti galleggianti. Alfano rilancia l’idea di salviniana memoria dell’accoglienza direttamente su piattaforme in mare: “Così non scappa nessuno”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’idea degli hotspot galleggianti che fu di Matteo Salvini ora piace anche ad Angelino Alfano. “Siamo disponibili ad aprire nuovi hotspot, anche galleggianti. Questo sistema  consentirà di fare le operazioni di identificazione direttamente a bordo, senza far fuggire nessuno, e a questo meccanismo possono contribuire le agenzie umanitarie e Frontex”.

MENO REATI – Alfano ha snocciolato trionfante anche i dati relativi alla criminalità dell’ultimo triennio sottolineando un calo notevole. “Sono 350 mila i reati in meno tra il 2013 e il 2015, con un punto,  di “particolare orgoglio: gli omicidi nel 2015 sono stati 430 a fronte dei 456 registrati nel 2011. Quanto ai furti, sono stati oltre 300 mila in meno anche se, ha ammesso, “dobbiamo fare di piu'”. Le rapine, ha aggiunto il titolare del Viminale, sono calate da 43 mila a 33 mila.  Quanto alla lotta alla criminalità organizzata il bilancio è di 7mila mafiosi arrestati e 219 latitanti catturati. Sul terrorismo internazionale, “le nuove norme funzionano”: sono stati  espulsi 102 soggetti, tra cui nove Imam”. Non la pensano proprio così dalle parti dell’Antimafia. Claudio Fava, vicepresidente della commissione Antimafia, ha parlato di “mafia sempre più forte”.