Migranti sgomberati sugli scogli a Ventimiglia. Rimossa la tendopoli. E la Francia blocca la frontiera

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Blitz all’alba di carabinieri e polizia a Ventimiglia. Sequestrato il presidio no border. Rimossa la tendopoli dei migranti sugli scogli, nella pineta vicino al confine di Stato, a Ventimiglia. Il confine con la Francia è stato bloccato. La polizia ha proceduto con lo sgombero della scogliera. Erano circa un centinaio gli stranieri ancora accampati insieme a militanti dei centri sociali in un presidio durato circa cento giorni. Il decreto di sequestro dell’area della pineta dei Balzi Rossi è stato emesso dalla procura di Imperia. La zona dal mese di giugno è diventata il simbolo della protesta dei migranti che chiedono di poter entrare in Francia per poter poi raggiungere il sognato nord Europa. Fermo e identificazione per cinque fermati. Uno dei border fermati si è buttato a mare ed è stato immediatamente recuperato. La frontiera con la Francia, presidiata dalla police nationale, è chiusa a Ponte san Ludovico.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA